S. Francesco al Campo

Tassa rifiuti: per gli indisciplinati brutte sorprese

Si annuncia una "bolletta salata".

Tassa rifiuti: per gli indisciplinati brutte sorprese
Attualità Ciriè, 06 Agosto 2021 ore 08:09

Tassa rifiuti: brutte sorprese per i residenti indisciplinati. A San Francesco al Campo (in foto il municipio) si annuncia una  bolletta "salata".

Brutte sorprese

S'annunciano aumenti in bolletta per parecchie famiglie. Le cartelle sono arrivate a domicilio alcune settimane fa, in quanto la prima rata per effettuare i versamenti era fissata per il 30 luglio. Stando alle parole del vicesindaco Diego Ferron, sul piano generale, gli incrementi sono limitati: "Il piano finanziario della Tarip si è innalzato di 6 mila euro rispetto all'anno scorso. Ho chiesto delucidazioni al Sia e mi hanno spiegato che sono una stima. Ma ci saranno 120.000 euro di agevolazioni". Purtroppo graverà la spesa, per alcuni, sulla raccolta “porta a porta”. In particolare sul numero di esposizioni dei contenitori  grigi, quelli relativi all'indifferenziato.

Indisciplinati...

L'assessore Ferron non ha mancato di “bacchettare” gli indisciplinati: "Sono pervenuti gli svuotamenti del 2020. Chi è rimasto nei parametri ha già saldato la bolletta 2020. Ma ci sono persone che sono giunte a 30 conferimenti, considerato che i passaggi sono 24 in un anno. Purtroppo avranno delle sgradevoli sorprese... L'Amministrazione si è impegnata a convocare delle riunioni, mettere manifesti e inviare lettere...". Ha commentato il capogruppo d'opposizione Enrico Demaria: "Non si è detto che eravamo virtuosi per aver raggiunto l'80% di differenziata? A fronte di un incremento della bolletta, dovremo continuare a impegnarci. Mi auguro che tutti paghino, altrimenti i costi saranno spalmati sulla comunità". Ha precisato Ferron: "I 6 mila euro in più sono una stima. Con il Covid-19 ci hanno offerto dei servizi in più, come lo svuotamento dei cestini e il potenziamento del recupero degli abbandoni, finanziati con le somme risparmiate con la differenziata".