Cronaca
una tragica notizia

Addio al dottor Paolo Forni, morto a 41 anni per un malore

Ha dedicato tutta la sua vita alla medicina.

Addio al dottor Paolo Forni, morto a 41 anni per un malore
Cronaca Alto Canavese, 24 Aprile 2022 ore 05:03

Addio a Paolo: la medicina era la sua missione. Il dottor Paolo Forni, attualmente dipendente dell'Asl To4, è morto all'età di 41 anni, per un malore, lo scorso dieci aprile. Si trovava nella sua abitazione di San Giorgio Canavese, dove viveva da solo ma a pochi metri dalla mamma Fulvia, a cui era legatissimo.

Addio al dottor Paolo Forni

«Ha dedicato tutta la sua vita alla medicina - lo ricordano i fratelli Luca e Nicola - fin da quando, ancora minorenne, svolgeva nuoto agonistico a Rivarolo, nella Libertas. Il medico gli aveva consigliato un integratore. Ma lui, prima di prenderlo, aveva voluto comprendere quali fossero gli effetti di quel medicinale sul suo organismo. Da quel momento si è appassionato alla professione che ha tanto amato».
Paolo cresce a Rivarolo, dove frequenta il liceo scientifico “Aldo Moro”. Negli anni dell'adolescenza pratica nuoto a livello agonistico, partecipando anche ai campionati italiani, in diverse specialità, tra cui delfino, misti e dorso. Dopo la maturità s'iscrive alla facoltà di Medicina dell'Università di Torino dove si specializza in chirurgia maxillo-facciale. In questo contesto conosce Vincenzo Gerace, con cui condivide gli stessi ideali.

Il ricordo dei fratelli

«Quando ha appreso della sua morte per un incidente stradale sulla Pedemontana, ha sofferto molto - raccontano i fratelli Luca e Nicola - Avrebbe voluto realizzare il sogno di comprarsi una Porsche, ma ha rinunciato perché non la voleva collegare alla morte di un caro amico».
Paolo ha svolto alcune operazioni da chirurgo, si è occupato anche di medicina estetica e dietetica, ma quello che gli riusciva meglio era individuare le patologie comuni e non, nei pazienti. «Ha svolto tantissimi turni di guardia medica a Torino, Pont e Valli di Ceresole - continuano i fratelli - Per un certo periodo ha lavorato nel Biellese. Di recente era stato trasferito nella zona tra Caluso e Ivrea. Ha salvato la vita a parecchie persone che si sono rivolte a lui. Quindi ha deciso di ritornare a studiare, seguendo un corso di formazione specifica in Medicina generale, per diventare medico di base. Era entrato in specialità da settembre. Nel frattempo ha continuato i turni di guardia medica».
Nel tempo libero Paolo ascoltava la musica dance, house e tecno. Purtroppo lascia il figlio Samuele, di 10 anni.
Il funerale è stato officiato mercoledì 13 aprile nella chiesa parrocchiale di San Giorgio Canavese. La salma è proseguita per il tempio crematorio di Mappano. Le sue ceneri ora riposano nella tomba di famiglia a Rivarolo. I familiari ringraziano tutti coloro che con scritti, parole di conforto e presenza sono stati vicini alla mamma, ai fratelli, al figlio e alla sua mamma Alice.[nk-video player-id="default" video-id=""ma

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter