Cronaca
Placanica è mancato a 82 anni

Addio all’ultimo sindaco socialista di Cuorgnè

Già dipendente dell'Ussl 38, è stato anche assessore, ma si è pure seduto in opposizione in Consiglio comunale.

Addio all’ultimo sindaco socialista di Cuorgnè
Cronaca Cuorgnè, 13 Novembre 2021 ore 09:24

Nicola Placanica è scomparso all'età di 82 anni. Addio all’ultimo sindaco socialista di Cuorgnè.

Addio all’ultimo sindaco socialista di Cuorgnè

Commozione e cordoglio hanno accompagnato a Cuorgné la notizia della scomparsa, all’età di 82 anni e dopo una lunga malattia, dell’ex sindaco Nicola Placanica. Molto noto in città anche dopo il ritiro dalla scena politica, Placanica era stato primo cittadino dal 1990 al 1995, ultimo sindaco eletto come rappresentante di partito, quello Socialista Italiano nel suo caso, e non per elezione diretta come avviene oggi.

Dipendente Ussl, è stato anche in opposizione

Dipendente amministrativo dell’allora Ussl 38, la sua militanza politica si era concretizzata, già nel 1985, nella carica di assessore nell’amministrazione comunale del sindaco Edantippe, mentre dal 1999 al 2004, concluso il suo mandato di primo cittadino, aveva fatto parte dell’opposizione come consigliere di minoranza durante la seconda legislatura di Vacca Cavalot. Con la scomparsa del Partito Socialista Placanica si era avvicinato alle posizioni di Forza Italia. Lascia la moglie Rosalba Masia, insegnante in pensione della scuola media Cena, il fratello Raffaele, cognati e nipoti a cui una folta rappresentanza di cittadini cuorgnatesi, tra i quali gli ex sindaci, come il succitato Vacca Cavalot e Giuseppe Pezzetto, e l’attuale prima cittadina Giovanna Cresto, si è stretta durante le esequie, celebrate giovedì 4 novembre presso la Chiesa parrocchiale di San Dalmazzo.

"Allora in città quel partito era una presenza forte"

A ricordarlo nel giorno dei suoi funerali uno dei compagni di amministrazione comunale dell’epoca, Roberto Scotti, anche assessore comunale allo Sport nella prima amministrazione comunale guidata da Pezzetto: «Ricordo il periodo in cui aveva corso alle amministrative di Cuorgnè, erano altri tempi, quelli in cui il Partito Socialista era una presenza forte in città. Avevamo fatto parte del gruppo «Unione e Progresso», poi confluito nel partito, fino ad arrivare, lui, alla carica di primo cittadino, anche se per un solo mandato, ed io a fare parte della giunta di quegli anni. Il mandato successivo, nonostante il precedente successo, aveva deciso di ricandidarsi, per tentare nuovamente nel 1999, con i resti del gruppo che era stato in carica, ma il risultato non era stato lo stesso». Le spoglie di Placanica, al termine dei funerali, sono poi partite per San Pietro Infine, suo paese di origine in provincia di Caserta, dove saranno tumulate.