Il castellamontese Angelo Testa eletto presidente Snami per la quarta volta

Testa: "Dobbiamo concentrarci sulla reale informatizzazione di tutto il sistema sanitario e sul governo clinico territoriale con presa in carico dei bisogni dei pazienti ".

Il castellamontese Angelo Testa eletto presidente Snami per la quarta volta
Rivarolo, 28 Ottobre 2018 ore 13:42

Il castellamontese Angelo Testa è stato eletto nei giorni scorsi per la quarta volta presidente del Sindacato Nazionale Autonomo dei Medici Italiani.

Angelo Testa presidente Snami

E’ stato un risultato praticamente plebiscitario. “Le Colleghe e i Colleghi del nostro sindacato hanno voluto premiare ancora una volta il lavoro continuo che il nostro gruppo ha svolto negli ultimi nove anni. – ha commentato il neo eletto presidente Angelo Testa - Dando l’indicazione precisa che la strada che abbiamo condiviso insieme è quella giusta e che tutti i dirigenti che mi hanno sostenuto ,nessuno escluso,potranno con me proseguire a governare nel segno della continuità”.

La forza del gruppo

Su Snami Angelo Testa spiega: “Il nostro sindacato ha la sua forza nel confronto sempre aperto e talvolta acceso che continuamente ci vede dibattere sui temi della professione. E’ un esporre le proprie idee tra amici,quali siamo indipendentemente dalle posizioni, per la condivisione dei nostri ideali e per lunga frequentazione. Ma con il riconoscimento,non solo statutario,del “primus inter pares” che sentiti tutti ,poi decide”.

Continuità

La continuità in questo decennio.. ? “Dentro la nostra organizzazione essere riuscito a coinvolgere praticamente tutte le regioni. – puntualizza Angelo Testa - Avere la porta della nostra sede nazionale sempre aperta in qualsiasi momento ed il mio cellulare sempre acceso per chiunque. Nei confronti degli altri sindacati mi si riconosce il lavoro continuo di promuovere il dialogo e la ricerca di ciò che ci unisce, mai dimenticando le nostre radici e le nostre peculiarità di appartenenza allo Snami.Verso la politica viene riconosciuto al nostro gruppo un approccio senza atteggiamenti servizievoli e di adulazione ma di “non fare sconti a nessuno” , soprattutto nei confronti di chi vorrebbe porre in essere, con i tagli in sanità e gli investimenti da gambero,la demolizione del sistema sanitario pubblico”.

 Le prossime sfide

La linea di Angelo Testa è chiara: “Partiamo con il rinnovo dell’Acn per colmare la mancanza di una vera strategia di riordino delle cure primarie e contrastare le regioni che vorrebbero inventarsi ” modelli straordinari “ di stravolgimento dell’assistenza territoriale, volti di fatto a tagli mascherati da innovazione. Dobbiamo concentrarci sulla reale informatizzazione di tutto il sistema sanitario e sul governo clinico territoriale con presa in carico dei bisogni dei pazienti con particolare riferimento alla cronicità, finanziamento certo del comparto, sul rapido accesso di Giovani Medici nel sistema per tappare le falle di assistenza in essere in alcuni territori, soprattutto del nord Italia e formarne degli altri per le prossime carenze dovute ai prepensionamenti ed ai pensionamenti”.

Soddisfazione

La più grande soddisfazione: “Paradossalmente più del trionfo elettorale è il grande coinvolgimento e le molte iscrizioni di Giovani Colleghe e Colleghi che hanno aderito allo Snami condividendo i nostri ideali e volendo lavorare insieme a Noi per la professione che abbiamo scelto nel sistema sanitario nazionale pubblico. Sono il nostro futuro. Non dobbiamo deluderli”.