Aree di montagna lunedì a Lanzo un incontro per il rilancio

Intanto arrivano sconti agli studenti costretti a viaggiare per andare a scuola

Aree di montagna lunedì a Lanzo un incontro per il rilancio
Lanzo e valli, 25 Agosto 2018 ore 10:44

Aree di montagna lunedì 27 agosto a Lanzo un incontro per il rilancio.

Aree di montagna

Sulle aree di montagna lunedì 27 agosto a Lanzo si terrà un incontro per dibatterne il rilancio. L'ultimo degli appuntamenti in calendario sarà alle 21 nella ex sala Atl. Il tema del confronto verterà sullo “Sviluppo Aree Interne”. La strategia nazionale infatti si concentra intorno alla combinazione di azioni per lo sviluppo locale. A cominciare dal rafforzamento dei servizi essenziali di cittadinanza.

I punti chiave

Sanità, trasporti e istruzione: sono questi dunque i temi per  il rilancio di quelle zone del paese significativamente distanti dai centri per l'offerta di servizi essenziali. Zone sempre più in declino demografico, seppur ancora ricche di importanti risorse ambientali e culturali. I precedenti incontri hanno toccato martedì 31 luglio a Viù, mercoledì 1° agosto a Ceres. giovedì 2 agosto a Corio. A quello lanzese si auspica la partecipazione tutti i residenti dei Comuni delle Valli di Lanzo, delle due Unioni Montane, Unione Montana Alpi Graie e Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, di alta e bassa Valle.

Uno sconto per gli studenti che abitano in montagna

L’Unione Montana di Comuni delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone intanto fa sapere che la Regione Piemonte prevede la possibilità di un contributo per il sostegno delle spese sostenute per l’utilizzo del mezzo di trasporto pubblico. E' rivolto agli alunni frequentanti le scuole medie superiori residenti al di sopra dei 600 metri nei comuni montani. Questo provvedimento non è cumulabile con analoghi interventi economici di sostegno all’acquisto dei titoli di viaggio di altri enti pubblici locali. I beneficiari devano aver sottoscritto un abbonamento annuale studente per l’utilizzo dei mezzi pubblici dalla propria residenza alla sede scolastica. L’importo massimo di contributo è di 120 euro per ogni singolo studente e non può superare il 50 per cento del costo. La domanda di contributo, redatta su apposito modello, deve essere presentata agli uffici del Comune di Residenza entro giovedì 27 settembre.