Cronaca
violenza sessuale

Arrestato nell'Eporediese Gino “Bomba” Messina, condannato per stupro, era latitante da due anni

Arrestato nell'Eporediese Gino “Bomba” Messina, condannato per stupro, era latitante da due anni
Cronaca Ivrea, 10 Luglio 2020 ore 13:39

Arrestato nell'Eporediese Gino “Bomba” Messina, ex pr di Alassio condannato in via definitiva per stupro, era latitante da due anni.

Arrestato nell'Eporediese Gino “Bomba” Messina

E' stata la Guardia di Finanza di Savona a catturare ieri in un condominio nell'Eporediese Gino “Bomba” Messina, 55enne, ex pr di Alassio condannato in via definitiva nel 2018 per violenza sessuale.

La violenza

I fatti risalgono al 2010, ad accusarlo di violenza sessuale è una ragazza russa. La ragazza, residente a Torino, allora 28enne, si trovava ad Alassio in vacanza con un'amica quando, la mattina del 1 settembre 2010, all’interno del suo garage l'ex pr l'avrebbe violentata. Gino “Bomba” Messina è stato condannato nel 2014 a 6 anni di carcere, nel 2018 la Corte di Cassazione lo aveva condannato in via definitiva e da allora l'ex pr si era reso irreperibile.

L'arresto

Le operazioni sono state condotte dal Nucleo Polizia Economico-Finanziaria di Savona diretto dal maggiore Danilo De Mitri e dirette dal sostituto procuratore Giovanni Battista Ferro. Dopo la cattura Messina è stato condotto nel carcere di Genova Pontedecimo. Guai anche per la compagna (una giovane donna estone) che è stata segnalata a piede libero per favoreggiamento.