Arrestato per estorsione e minacce parcheggiatore abusivo

Il colpevole, richiedente asilo, ha tentato di truffare un automobilista di origine marocchina e poi ha fornito false generalità

Arrestato per estorsione e minacce parcheggiatore abusivo
Cronaca 30 Agosto 2016 ore 19:19

Il colpevole, richiedente asilo, ha tentato di truffare un automobilista di origine marocchina e poi ha fornito false generalità

Nella mattinata di ieri, 29 agosto, i carabinieri del radiomobile della Compagnia di Ivrea, hanno arrestato per tentata estorsione e violenza privata, un cittadino nigeriano, O.B. di 38 anni, domiciliato ad Alice Superiore presso la comunità “Leone Rosso”, richiedente asilo politico. 

L’uomo come confermano le forze dell'ordine, svolgeva l’attività di “parcheggiatore abusivo” nella piazza Freguglia di Ivrea, dove la sosta è già a pagamento.
Alle 9.30 un cittadino marocchino residente a Pavone Canavese stava posteggiando la sua auto nella piazza, quando è stato avvicinato dal “posteggiatore abusivo”, il quale tentava di vendergli un ticket di sosta, lasciato probabilmente da altro automobilista. Non ricevendo il consenso dell’automobilista, l’uomo minacciava di danneggiargli l’auto e lo afferrava con forza alla camicia tanto da strapparla e procurargli un graffio alla mano destra. Il malcapitato riusciva a svincolarsi e, rifugiandosi all’interno dell’ufficio postale, chiamava i carabinieri per denunciare il fatto, fornendo la descrizione del soggetto che, senza allontanarsi, continuava l’attività illecita.

Giunti sul posto, i militari hanno identificato il colpevole che in prima istanza ha fornito false generalità. A quel punto è stato portato in caserma dove veniva dichiarato in arresto per tentata estorsione.

Su disposizione dell’A.G. veniva accompagnato presso la casa circondariale in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto, tenutasi questa mattina davanti al Gip di Ivrea. I carabinieri della Compagnia di Ivrea già lo scorso mese di maggio avevano svolto una specifica attività di contrasto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi, multando 5 soggetti, tutti stranieri, con sanzioni per migliaia di euro e sequestrando i proventi dell'attività illecita.