Cronaca

Asl To-4 Medico di famiglia a Cuorgnè dal 7 marzo nuovo ambulatorio

Ha accettato il dottor Danilo Grassi. Il medico ha ambulatori a Pont Canavese, a Ronco e a Sparone.

Asl To-4 Medico di famiglia a Cuorgnè dal 7 marzo nuovo ambulatorio
Cronaca Rivarolo, 23 Febbraio 2018 ore 14:25

Asl To-4 Medico di famiglia, dopo la pioggia di lamentele dei mutuati cuornatesi costretti a cercare un dottore "di base" nei Comuni limitrofi dal 7 marzo a Cuorgnè sarà attivo un nuovo ambulatorio.

Asl To-4 e medici di famiglia

Novità importanti in arrivo dall'Asl To-4 per i circa 1500 mutuati rimasti "orfani" di un medico di base in città. Emergenza nata con il pensionamento dello stimato dottor Antonino Leto. "A partire dal prossimo mese di marzo, l’Azienda ha infatti richiesto ai medici di famiglia dello stesso ambito territoriale che avevano ancora disponibilità di posti di attivare un ambulatorio a Cuorgnè. Offrendo quindi la disponibilità di una sede presso il poliambulatorio di piazza Gino Viano" spiegano dall'Asl. Ha accettato il dottor Danilo Grassi. Il medico ha ambulatori a Pont Canavese, a Ronco e a Sparone.

Nuovo ambulatorio

A partire da mercoledì 7 marzo si aggiunge pertanto un ambulatorio presso il poliambulatorio di Cuorgnè. Ogni mercoledì, dalle 17,30 alle 18,30. "Ci si augura quindi che anche altri medici di famiglia, tra quelli interpellati, accettino l’offerta dell’Azienda. - aggiungono dall'Als To-4 - Affinché tutti i cittadini di Cuorgnè possano infatti avere un medico curante nel proprio Comune. Mentre si precisa che, negli ultimi tre anni e mezzo, l’Azienda ha pubblicato per sei volte la carenza di assistenza primaria nell’ambito territoriale di Cuorgnè. Ma nessun medico è stato disponibile ad assumere l’incarico. L’ultima è stata infatti pubblicata nel secondo semestre 2017. A breve la Regione pubblicherà la graduatoria definitiva dei medici che hanno presentato domanda. E individuerà l’eventuale vincitore della carenza".

Disagi ridotti

L’Asl To-4 infatti è assolutamente impossibilitata ad assegnare incarichi discrezionalmente, al di fuori delle procedure definite dall’Accordo Collettivo Nazionale dei medici di famiglia. "Ringrazio anche io il dottor Grassi per la disponibilità e la responsabilità dimostrata. - ha commentato il sindaco di Cuorgnè, Giuseppe Pezzetto - Grazie da parte mia e della comunità cuorgnatese all'Asl To-4 e all'assessore Saitta per aver dato da subito imemdiata risposta al problema".