Ultima assise prima delle vacanze

Aumenta la tassa rifiuti: in Consiglio scoppia la polemica

La questione Tari tiene banco, con l'opposizione che alza la voce riguardo il rincaro.

Aumenta la tassa rifiuti: in Consiglio scoppia la polemica
Rivarolo, 07 Agosto 2020 ore 23:59

Ultima assise e non mancano le discussioni. Aumenta la tassa rifiuti: in Consiglio scoppia la polemica.

Aumenta la tassa rifiuti: in Consiglio scoppia la polemica

Nel consiglio comunale di venerdì 31 luglio, l’ultimo prima della pausa per le vacanze estive, al vistoso aumento delle temperature si è aggiunto quello delle bollette sui rifiuti. La tassa sui rifiuti è infatti lievitata, con una cifra che supera i 2 milioni di euro.

Tariffa complessiva lorda più alta del 2019

«Da qualche anno l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera, ndr) introduce il metodo di calcolo. Dopo l’elaborazione da parte del gestore che aggiunge i suoi costi, passa al Comune che aggiunge i suoi – dichiara il vicesindaco Francesco Diemoz – La tariffa complessiva lorda di quest’anno è più alta del 2019. C’è possibilità di intervento ripartendo i coefficienti del costo finanziario».

Il costo è destinato ad aumentare

Per l’IMU non domestico dovrebbe restare invariato, per l’IMU domestico cambierà, che tradotto significa: il costo dei rifiuti aumenterà. «Il tema sostanziale è che Rivarolo ha un calcolo più alto e sul metodo Arera non abbiamo potuto mettere becco – continua Francesco Diemoz – Il capitolato che ci viene dato va approvato, ma non condivido il tema del piano finanziario che porta dei costi superiori. Ed è evidente che così la potestà e la realtà politica dei consigli comunali viene meno».

Ad opporsi la consigliera di minoranza Monica Vittone

A opporsi a gran voce all’aumento delle tasse e a proporre che la politica riprenda i suoi spazi è stata Marina Vittone. «Altri comuni stanno ancora ragionando sulla TARI, stanno rimandando per non caricare i cittadini di nuovi costi. Le aziende sono in ginocchio e le famiglie lo sono altrettanto causa Covid. Non è stata sentita tutta la parte del Consorzio Canavesano Ambiente (CCA, ndr) e sappiamo che il nostro servizio gestito da Teknoservice non funziona bene – spiega – Minoranza e maggioranza devono lavorare insieme e proporre idee. Non abbiamo mai parlato con i vertici del CCA, il bilancio di previsione è sempre stato al buio e mai visto in tempo reale. Non sarebbe meglio politicamente resistere? C’è una deadline per l’approvazione di questo capitolato? Perché se c’è deve esserci per tutti».

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità