A disposizione 70mila euro

Bando a sostegno delle micro imprese grazie a Ministero e Comune di Oglianico

Saranno tre le tranche previste al fine di erogare i fondi a disposizione di commercianti ed artigiani.

Bando a sostegno delle micro imprese grazie a Ministero e Comune di Oglianico
Cronaca Alto Canavese, 05 Maggio 2021 ore 10:13

A disposizione ci sono 70mila euro. Bando a sostegno delle micro imprese grazie a Ministero e Comune di Oglianico.

Bando a sostegno delle micro imprese grazie a Ministero e Comune di Oglianico

Un piccolo ma importante aiuto a tutte quelle micro imprese che hanno patito (e stanno ancora ora patendo) le conseguenze di questa maledetta pandemia, che ha messo in difficoltà non solo l’Italia. E’ quello che il Comune di Oglianico, attraverso un contributo ministeriale giunto di recente, ha deciso di erogare per mezzo di un bando con il quale accedere a dei soldi a fondo perduto destinati ad attività commerciali ed artigiane.

Specifiche sull'Albo pretorio del Municipio

Nei giorni scorsi l’Amministrazione guidata dalla sindaca Monica Vacha ha reso nota l’iniziativa, pubblicando tra l’altro sull’Albo pretorio tutte le specifiche per richiedere tale sostegno. «Abbiamo ragionato a lungo sulla formula da applicare - dice la prima cittadina altocanavesana - in maniera da essere il più equi possibile ed allo stesso tempo dare supporto davvero a chi ha più bisogno. Perché siamo ben consci del fatto che in questi mesi molte piccole attività oglianicesi hanno fatto i conti con difficoltà enormi, tra chiusure e riaperture continue». La cifra totale a disposizione è di 70 mila euro. «Inizialmente partiremo con una prima tranche di poco superiore ai 30 mila euro, quindi nella seconda parte del 2021 sarà la volta di una seconda di circa 20 mila. I restanti soldi, invece, saranno nuovamente messi a disposizione nel 2022».

Si attendono le reazioni del cittadini

Il Municipio sta attendendo la reazione dei propri concittadini: «Onestamente non sappiamo quante saranno le attività che ci chiederanno il contributo - aggiunge ancora Vacha - Abbiamo però dato 3 indicazioni al fine di eventualmente erogare una maggiore quantità di denaro. Andremo ad agevolare con un 30% in più chi, per esempio, è stato chiuso per decreto, oppure chi ha aperto una partita Iva in questo periodo così complicato, od ancora gli artigiani e commercianti “under 35”.

C'è tempo sino al 22 per presentare le domande

Essendo una novità assoluta abbiamo cercato di tarare l’erogazione». Al fine di accedere al fondo le domande dovranno pervenire entro il prossimo 22 maggio. «Per chi ne avesse bisogno, la modulistica necessaria è pubblicata sul sito (si deve accedere al seguente link https://www.servizipubblicaamministrazione.it/servizi/saturnweb/Dettaglio.aspx?Pub=1517&Tipo=3&CE=glnc1286), ma si può anche contattare i nostri uffici municipali. Si tratta davvero di un piccolo aiuto che può cadere sul nostro territorio, di cui io e la mia maggioranza siamo contenti di poter dare notizia».