Menu
Cerca

Borgaro e Caselle sciolgono il Cim

Adesso Mappano minaccia vie legali contro i due comuni.

Borgaro e Caselle sciolgono il Cim
Ciriè, 22 Dicembre 2017 ore 17:00

Borgaro e Caselle sciolgono il Cim. Il comune di Mappano s’infuria…

Borgaro e Caselle sciolgono il Cim

I consigli comunali di Borgaro  e Caselle nella serata di giovedì  21 dicembre hanno deliberato lo scioglimento del Consorzio Intercomunale. L’atto non è piaciuto al sindaco di Mappano Francesco Grassi che infatti spiega: “Tutto è capitato in 38 ore. La scelta di chiudere il Cim è stata unilaterale”. Paventando le vie legali da parte dell’Amministrazione comunale di Mappano.

Avvocati in azione

Infatti nel consiglio di Mappano di oggi pomeriggio, venerdì 22 dicembre,  il sindaco Grassi ha dato notizia di essersi rivolto  a un paio di legali,  esperti in amministrativa e nel settore penale. Si paventa l’interruzione di pubblico servizio. Da tempo l’Amministrazione  di Borgaro ha fatto sapere che dal  1 gennaio 2018 : “Non intende più dare assistenza…”. Mentre il primo cittadino di Caselle, Luca Baracco: “Il Cim rappresenta solo  uno dei modi per erogare servizi. Vogliamo evitare  la duplicazione  delle spese”.

Opposizioni “si chiamano fuori”

I consiglieri di opposizione  hanno espresso parecchie perplessità  nei due consigli.  Il Gruppo Latella  a Borgaro è uscito dall’aula. Mentre a Caselle  si è chiesta una proroga  fino a marzo 2018. Ma è stata respinta. I consiglieri  Andrea Fontana e Alessandro Favero  hanno abbandonato  la sala consiliare di Palazzo Mosca. Mentre Luigi Chiappero si è astenuto.