Menu
Cerca

Caldo anomalo continua l’Ottobrata

Temperature massime vicine ai trenta gradi tra sabato e domenica in Canavese e in Piemonte. L’“ottobrata” peggiora l'emergenza acqua

Caldo anomalo continua l’Ottobrata
14 Ottobre 2017 ore 02:06

Temperature massime vicine ai trenta gradi tra sabato e domenica in Canavese e in Piemonte. L’“ottobrata” peggiora l’emergenza acqua

Caldo e sole nel week-end. Temperature massime vicine ai trenta gradi tra sabato e domenica in Canavese e in Piemonte. L’“ottobrata” durerà fino a martedì con temperature  diurne a 25 e 27 gradi. Una robusta fascia di alta pressione rimarrà determinante fino a martedì, mantenendo condizioni soleggiate e stabili. Supportata da aria mite fino alle alte quote la struttura anticiclonica manterrà tepore anomalo dalle pianure alle zone di alta montagna, con quota dello zero gradi anche oltre i 4000 metri.

Siccità e pericolo incendi. L’aria resta nel complesso asciutta. Mentre le formazioni nebbiose in pianura saranno poco estese e limitate alle ore più fredde. La ventilazione scarsa o assente manterrà comunque foschie e caligine a bassa quota. Si aggrava, quindi, il problema della la siccità. Resta, inoltre, massimo il grado di pericolo incendi boschivi in tutta la Regione.

Multe contro chi spreca acqua. A Castellamonte il sindaco Pasquale Mazza ha emanato un’ordinanza per chiedere ai cittadini di “limitare gli usi non essenziali dell’acqua”. Quindi, fino al perdurare dell’emergenza idrica, è vietato l’uso di acqua potabile per l’irrigazione di giardini e prati, l’annaffiamento di cortili e piazzali e il riempimento di piscine. Per chi non rispetta il divieto multe fino a 500 euro.