Lotta al virus

Cane: “Vaccino over 80 in Canavese a pieno ritmo, grazie ai nostri sanitari”

È partita in tutto il Canavese la vaccinazione degli over 80 con l’attivazione capillare di 13 punti sul territorio dove è possibile accedere al servizio.

Cane: “Vaccino over 80 in Canavese a pieno ritmo, grazie ai nostri sanitari”
Cronaca Alto Canavese, 21 Febbraio 2021 ore 16:01

Andrea Cane (Lega Salvini Piemonte): “Vaccino over 80 in Canavese, strutture capillari e a pieno ritmo, grazie ai nostri sanitari”.

Vaccino over 80 in Canavese a pieno ritmo

È partita in tutto il Canavese la vaccinazione degli over 80 con l’attivazione capillare di 13 punti sul territorio dove è possibile accedere al servizio. “Ieri ho visitato il centro vaccinazioni di Locana in fraz. Rosone – commenta il vicepresidente della Commissione sanità della Regione Piemonte Andrea Cane – e stamattina sono stato in quello di Val di Chy, che fa riferimento all’ambulatorio territoriale casa di riposo di Alice Superiore. In una giornata in cui i giornali hanno messo in evidenza il desiderio degli anziani di uscire dall’isolamento e dalla paura del Covid, attraverso le storie di una 90 enne di Seattle che ha percorso 3 miglia combattendo con 25 centimetri di neve, per recarsi in ospedale e ottenere la prima dose del vaccino anti-Covid e dei quindici chilometri camminati da nonna Livia, 86enne di Calitri, per rispettare il suo appuntamento con la speranza, ho apprezzato ancora di più lo sforzo organizzativo e umano della ASL To4 e dei suoi operatori”

Le parole di Andrea Cane

“In queste due giornate – prosegue il consigliere canavesano della Lega Salvini Piemonte Andrea Cane – ho visto il lavoro incessante, efficiente ma pieno di delicatezza ed attenzione degli operatori, degli infermieri, dei medici che ho incontrato a Locana e Val di Chy. Guidato dal Coordinatore territoriale della Asl To4 Carlo Bono ho visto con i miei occhi come ad ogni inoculazione di questi anziani fragili e preziosi corrispondano decine di sorrisi, di rassicurazioni, di spiegazioni e di aiuti fisici. Una sedia spostata, un braccio pronto a sostenere e una battuta per sollevare l’animo di chi ha visto tanti coetanei, o peggio giovani, ammalarsi e morire, sono la testimonianza che voglio portare a tutti per ringraziare uno ad uno gli operatori e la direzione di una struttura che ha accorciato le distanze per portare il vaccino laddove serve e con una umanità che mi ha emozionato”.

2 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli