Caritas Leini impegnata in due progetti di integrazione

Il 24 novembre ci sarà la festa del volontariato.

Caritas Leini impegnata in due progetti di integrazione
Rivarolo, 03 Novembre 2018 ore 12:32

La Caritas Leini ha presentato nei giorni scorsi il nuovo progetto dei “Laboratori creativi” che si terranno presso casa Ferrero.

Caritas Leini

Dall’ascoltare al fare e, soprattutto, dal dare un aiuto ad essere d’aiuto. Con il taglio del nastro di venerdì sera, 26 ottobre, la Caritas leinicese dimostra d’essere dinamica, attiva sul territorio e capace di raccogliere le istanze provenienti da chi ha più bisogno d’altri. Alla presenza del parroco don Pierantonio e del sindaco Gabriella Leone, i volontari hanno presentato il nuovo progetto dei “Laboratori creativi” dedicati alla sartoria temporanea e ai percorsi di cittadinanza. Entrambi si tengono presso casa Ferrero, in via Provana 33. Uno spazio che, con queste due proposte, continua il percorso di accoglienza e d’integrazione avviato con l’arrivo della famiglia allargata scappata dalla Siria in guerra.

I due progetti

I corsi saranno sostenuti, per l’acquisto del materiale e delle attrezzature (anche se molto è stato volontariamente donato da numerosi cittadini) dalla Parrocchia e da un fondo gestito dal Vescovo di Torino derivante dalle quote dell’8 per mille. Il primo progetto, già iniziato il 9 ottobre scorso, è rivolto a otto allieve individuate dal Centro di ascolto della Caritas stessa in collaborazione con i Servizi sociali del territorio. A loro due insegnanti spiegheranno come ideare e creare manufatti sartoriali e come effettuare riparazioni sartoriali. L’altra iniziativa, invece, sarà un percorso di lezioni tenute da docenti diversi per aiutare otto allievi, anche questi scelti dal Centro d’ascolto Caritas, a conoscere i rudimenti della legge italiana partendo dalla Costituzione e dai suoi principi fondamentali. Durante gli incontri saranno affrontati anche argomenti di gestione quotidiana della vita: come la gestione delle proprie risorse, la scrittura di un curriculum e molto altro.

Le parole del sindaco Leone

«Il vostro è un servizio molto importante – ha detto il sindaco intervenuto all’inaugurazione dei laboratori – che prosegue nella volontà di non offrire solo del pane ma nell’insegnare a produrlo. E questo è positivo perché rende le persone autonome. Trovo anche molto interessante la collaborazione avviata tra i nostri servizi sociali e la Caritas. Lo scambio di informazioni e dati ci permette di aiutare in modo efficace le persone che effettivamente hanno bisogno».

Il 24 novembre, in occasione della festa del volontariato, alla Caritas di Leini ci sarà, dalle 10 alle 16, l’Open day. Chi vorrà potrà conoscere le attività promosse, i laboratori e i volontari impegnati nel sodalizio ma non solo: potrà anche decidere di entrare a far parte, come volontario, del sodalizio.