Il caso

Carnevale di Ivrea la sentenza del Tar sul bando per l’arruolamento degli ufficiali

La querelle sull'edizione 2020

Carnevale di Ivrea la sentenza del Tar sul bando per l’arruolamento degli ufficiali
Ivrea, 17 Ottobre 2020 ore 15:11

Carnevale di Ivrea la sentenza del Tar sul bando per l’arruolamento degli ufficiali.

Carnevale di Ivrea

Si parla ancora di Carnevale di Ivrea dopo la sentenza del Tar sul bando per l’arruolamento degli ufficiali. In data 7 ottobre il Tar di Torino si è pronunciato sul ricorso nr 58/2020 presentato da 11 ricorrenti che avevano richiesto l’annullamento del Bando di Arruolamento Ufficiali per la campagna 2020. Il 5 febbraio gli stessi avevano ritirato la richiesta di sospensiva per l’edizione corrente della manifestazione.

La sentenza

Ora la Seconda Sezione del TAR del Piemonte dichiara che “(…)Per le ragioni esposte il ricorso è infondato e va, pertanto, respinto”. In particolare il TAR ha riconosciuto che “la
limitazione a 26 del numero degli ufficiali maggiori che accompagnano il corteo storico è stata motivata dall’esigenza di assicurare il corretto svolgimento della manifestazione e di garantire una maggiore sicurezza, sia ai personaggi che al pubblico”. Inoltre il TAR afferma che la Fondazione, nel suo operato, ha “assicurato il rispetto dei principi di imparzialità, pubblicità e trasparenza”.

Il commento della Fondazione

La Fondazione, nel ringraziare il professore Carlo Emanuele Gallo del Foro di Torino e l’avvocato Celere Spaziante del Foro di Ivrea per il prezioso lavoro svolto, accoglie con soddisfazione l’esito di questa controversia, anche se si rammarica che sia stata necessaria una sentenza amministrativa per affermare le buone ragioni di una scelta motivata unicamente da esigenze di sicurezza e nel pieno rispetto delle facoltà della Fondazione stessa. In questo momento, peraltro, il nostro pensiero è rivolto alla dolorosa decisione che ha portato alla cancellazione dell’edizione 2021 dello Storico Carnevale di Ivrea e alle motivazioni di carattere sanitario che hanno reso tale scelta inevitabile. Ci auguriamo di ritornare presto a vivere tutti insieme, in serenità e in sicurezza, la nostra amata festa.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità