Cronaca

Caso Pd è "scontro" in piazza

A Borgaro striscione davanti al municipio del Gruppo Latella.

Caso Pd è "scontro" in piazza
Cronaca Torino, 22 Giugno 2018 ore 12:43

Caso Pd è "scontro" in piazza. Accade a Borgaro Torinese.

Caso Pd è "scontro" in piazza

E' accaduto  ieri, giovedì 21 giugno, in piazza Europa. Proprio  nei pressi del municipio.  Quattro anni fa  sono stati iscritti nel registro  degli indagati 4 rappresentanti   del Pd: l'ex  sindaco Vincenzo  Barrea, il capogruppo di maggioranza Giuseppe Ponchione. Inoltre  l'assessore  Gianluigi Casotti e il coordinatore  Marco Ricci.  L'accusa? Peculato. Vicenda, va sottolineato, archiviata nei mesi scorsi dalla Procura di Ivrea.

Ritirata l'interrogazione

L'interrogazione presentata da Fabiana Cescon è stata ritirata durante il consiglio convocato per le 18,30 di ieri. Oggetto del documento era: indagini a carico  dei membri della maggioranza. Nel frattempo  l' opposizione del Gruppo Latella ha disertato l'aula.  Infatti attendeva all'esterno  del municipio esponendo lo striscione  steso a terra "Distinti e distanti". E accompagnato  dalle foto relative alla vicenda Pd. Coperti con il pennarello i volti delle persone  non coinvolte  nell'indagine.

Gruppo assente in aula

L'assenza in aula del Gruppo Latella è stata così  spiegata dai consiglieri di opposizione: "Non ci siamo stati a partecipare  a un consiglio  per sentirci aggredire. In una seduta pubblica  convocata a spese dei cittadini".

Tensione in piazza

Tra il capogruppo Marco Latella e il sindaco  Claudio Gambino. Il primo cittadino  ha scattato  foto a raffica con il cellulare sul contenuto dello striscione. Quindi ha detto: "L'unica cosa che vi siete distinti in 4 anni di mandato è il gioco  con il pennarello... Vi ricordo che l'indagine è stata archiviata". Secondo il Gruppo Latella  restano da approfondire due aspetti: le modalità  di erogazione  dei fondi della Compagnia San Paolo.  E il contenuto  di decine di telefonate, 99,  fatte da Barrea  il giorno prima delle elezioni.