emergenza covid-19

Chiusura del Pronto soccorso di Cuorgnè, Pezzetto: “Confidiamo che presto torni tutto alla normalità”

Il sindaco ha avuto una lunga telefonata con l’Assessore Regionale Icardi per esprimere la contrarietà alla chiusura.

Chiusura del Pronto soccorso di Cuorgnè, Pezzetto: “Confidiamo che presto torni tutto alla normalità”
Cuorgnè, 28 Ottobre 2020 ore 21:24

Chiusura del Pronto soccorso di Cuorgnè, il sindaco della città Beppe Pezzetto esprime la sua contrarietà alla decisione  e confida che “presto torni tutto alla normalità”.

Chiusura del Pronto soccorso di Cuorgnè

Il Sindaco Pezzetto aveva già scritto nella giornata di ieri alla direzione dell’ASLTO4 leggendo le indiscrezioni di stampa sulla chiusura del Pronto Soccorso e nella mattinata ha avuto una lunga telefonata con l’Assessore Regionale Icardi per esprimere la contrarietà alla chiusura. Nella prima fase della pandemia era riuscito a far restare aperto il Pronto Soccorso cosa non riuscita questa volta.

LEGGI ANCHE: Cuorgnè chiude il pronto soccorso per l’emergenza

Il commento del sindaco Pezzetto

“Come Sindaco della comunità che rappresento e ritengo anche dei colleghi rappresentanti dei Comuni delle Valli che afferiscono al Pronto Soccorso della Città di Cuorgnè, mi sento in dovere di esprimere la mia contrarietà a questa soluzione che comporta la soppressione di un servizio indispensabile per un territorio così vasto e morfologicamente complesso. Nondimeno sono consapevole della criticità del momento e della necessità di trovare adeguate soluzioni alla gestione della complessa situazione pandemica, non possiamo però dimenticare la necessità di garantire un adeguato supporto anche alle altre patologie e alle potenziali situazioni di emergenza dei cittadini a cui il personale del nostro pronto soccorso ha sempre saputo rispondere con tempismo e professionalità. Confidiamo che il tutto possa tornare quanto prima ad una situazione di normalità in cui vengano valorizzate sia le professionalità che le strutture come l’Ospedale di Cuorgnè , di cui proprio nella prima fase della pandemia è stata evidenziata l’indispensabilità”

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità