Cronaca

Ciriè: inseguiti dai carabinieri finiscono fuori strada, tre slavi in manette

CIRIE' Notte da inseguimenti per le strade del Ciriacese martedì sera, 22 novembre. Quando la pattuglia dei carabinieri della Tenenza di Ciriè li ha intercettati, intorno alle 22,30, con i fari spenti.

Ciriè: inseguiti dai carabinieri finiscono  fuori strada, tre slavi in manette
Cronaca 23 Novembre 2016 ore 15:28

CIRIE' Notte da inseguimenti per le strade del Ciriacese martedì sera, 22 novembre. Quando la pattuglia dei carabinieri della Tenenza di Ciriè li ha intercettati, intorno alle 22,30, con i fari spenti.

CIRIE' Notte da inseguimenti per le strade del Ciriacese martedì sera, 22 novembre. Quando la pattuglia dei carabinieri della Tenenza di Ciriè li ha intercettati, intorno alle 22,30, con i fari spenti in corso Nazioni Unite. Per sfuggire ai militari hanno  schiacciato a tavoletta il pedale dell'acceleratore e sono scappati a bordo di una Seat Ibiza. La gimkana è durata almeno 5 chilometri  tra la gazzella e l'auto sulla quale  vi erano  tre slavi.  La corsa si è interrotta bruscamente nei prati del vicino comune di San Carlo Canavese mentre percorrevano strada Ferraria. Sono così finiti in manette Nico Luca Djordjevic, 21 anni, Gianni Radulovic, 20 anni, residenti a Leini in via Canova Pogliani che avevano tentato la fuga nei prati. Mentre Maicon Toni Radulovic, 24 anni Torino in strada del Villaretto è rimasto incastrato tra le lamiere ed è stato trasportato all'ospedale di Ciriè, dove è ancora in osservazione per contusioni multiple e distorsione cervicale con prognosi di sette giorni. Adesso sono tutti in attesa del processo per direttissima che si svolgerà presso il tribunale di Ivrea domani giovedì alle 13,30. Dovranno rispondere di resistenza e fuga pericolosa in auto.