Cronaca

Comital, i sindaci di Leinì, Ciriè e Caselle al presidio

Dopo l’adesione all’iniziativa del sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, anche gli amministratori comunali di Cirié, Caselle e Leinì hanno raccolto l’appello lanciato da De Zuanne, scendendo “in campo” contro i 138 licenziamenti decisi dalla proprietà.

Comital, i sindaci di Leinì, Ciriè e Caselle al presidio
Cronaca Ciriè, 30 Agosto 2017 ore 22:03

Dopo l’adesione all’iniziativa del sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, anche gli amministratori comunali di Cirié, Caselle e Leinì hanno raccolto l’appello lanciato da De Zuanne, scendendo “in campo” contro i 138 licenziamenti decisi dalla proprietà.

“Ritengo opportuno e necessario che come primi cittadini facciamo sentire fisicamente la nostra vicinanza ai lavoratori che stanno perdendo il proprio posto di lavoro”. Sono le parole pronunciate dal sindaco di Volpiano, che ha invitato i primi cittadini dei Comuni dove risiedono i dipendenti della Comital a partecipare con la fascia tricolore al petto venerdì 1 settembre alle 17.30 al presidio dei lavoratori davanti all’azienda di via Brandizzo.  Le Istituzioni sono presenti e decise a fare fino in fondo la propria parte. Dopo l’adesione all’iniziativa del sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, anche gli amministratori comunali di Cirié, Caselle e Leinì hanno raccolto l’appello lanciato da De Zuanne, scendendo “in campo” contro i 138 licenziamenti decisi dalla proprietà.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter