Il comitato per i servizi di Mappano solleva le criticità locali

Si chiede di potenziare la linea 46 della Gtt. Spesso gli studenti entrano in ritardo a scuola. Urge una soluzione.

Il comitato per i servizi di Mappano solleva le criticità locali
Torino, 23 Settembre 2018 ore 14:25

Il Comitato per i Servizi di Mappano solleva le criticità locali. L'assemblea pubblica si è tenuta venerdì 21 settembre. Dalle 21 nella sala “Lea Garofalo”. Nel municipio di piazza don Amerano.

Comitato per i servizi di Mappano

Nodi irrisolti. Il Comitato per i servizi di Mappano ha portato all'attenzione i problemi sentiti dai cittadini. Dichiara il presidente Aldo Coppi: “Le questioni aperte sono parecchie. Ringrazio l'Amministrazione comunale della partecipazione ”. La serata aveva lo scopo di avviare il dibattito. Consentendo l'intervento dei cittadini alla vita pubblica.

A Mappano una grande pattumiera?

All'assemblea del Comitato per i servizi di Mappano è stata subito evidente l'assenza di Claudio Gambino, sindaco di Borgaro. Il primo cittadino aveva delegato l'assessore Marcella Maurin a parlare dell'ex impianto di compostaggio. L'ex presidentessa del comitato si è assentata per motivi personali. L'impianto di Borgaro è chiuso nel 2015 per le proteste della cittadinanza. L'Amiat riconvertirà l'impianto in area in una zona per la lavorazione e lo stoccaggio dell'immondizia differenziata. Il fabbricato si trova in via Tetti dell'Oleo, ai confini con Mappano. Ma sul territorio borgarese. Il Comitato ha portato all'attenzione le perplessità dei residenti.

Sicurezza e mobilità

La riunione era stata indetta in primavera per parlare di sicurezza. Quindi è stata rinviata in autunno. La mancanza di vigilanza verrà nuovamente dibattuta. Si parlerà anche di trasporto pubblico. Infatti dal Comitato per i servizi di Mappano si chiede di potenziare la linea 46 della Gtt. Spesso gli studenti entrano in ritardo a scuola. Urge una soluzione.

Servizi da mantenere

Il Comune sta cercando un nuovo pediatra per sostituire il dottor Alessandro Rovere, andato in pensione. Purtroppo gli specialisti di libera scelta sono al limite dei mutuati. La giunta Grassi riuscirà a riportare il servizio sul territorio? Si chiede anche una soluzione per l'ufficio postale. Gli spazi sono stretti e inadeguati. Necessita il trasloco in locali più grandi. Al momento si stanno individuando gli immobili comunali disponibili.