Commerciante cuorgnatese

Commosso saluto quello dato ad Adriano Bertotti

Le esequie si sono svolte giovedì. Con lui se ne va un altro pezzo di storia della città.

Commosso saluto quello dato ad Adriano Bertotti
Cuorgnè, 08 Agosto 2020 ore 17:59

Le esequie si sono svolte giovedì.  Commosso saluto quello dato ad Adriano Bertotti.

Commosso saluto quello dato ad Adriano Bertotti

L’ultimo saluto al commerciante cuorgnatese Adriano Bertotti si è tenuto giovedì 6 agosto nella parrocchia di San Dalmazzo. Adriano Bettotti se n’è andato nella notte tra domenica 2 e lunedì 3 agosto. Ha rappresentato, con il suo negozio di tabacchi e giornali, un punto di riferimento per gli abitanti dell’intera città di Cuorgnè.

Tabaccaio e giornalaio, aveva 76 anni

Bertotti, 76enne,  aveva ereditato a fine anni ’60 la tabaccheria – edicola di via Garibaldi gestita prima dal padre. Nel suo negozio si incontravano gli amanti della lettura, i bambini alla ricerca della figurina mancante o del giocattolo appena uscito, gli esperti di schedine calcistiche e numeri ritardatari del Lotto, o semplicemente i canavesani desiderosi di fare quattro chiacchiere sulle ultime notizie locali. Pacato, gentile, discreto e ben voluto da tutti, Adriano Bertotti, è stato un grande appassionato di storia e matematica.

Aveva gestito l’attività sino a una decina di anni fa

Ex ragioniere e Alpino, ha gestito, insieme all’amata moglie, Lina Frediani, la tabaccheria in pieno centro storico fino a una decina di anni fa. Nel 2017 Bertotti era rimasto gravemente intossicato dal malfunzionamento del riscaldamento della sua abitazione. A dare l’allarme, salvandogli la vita, era stata proprio la consorte che dormiva in un’altra stanza della casa, insieme al nipotino. Adriano Bertotti lascia la moglie Lina, la figlia, Elena, e l’adorato nipote, Alberto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità