Cronaca

Cosmo derubato alla vigilia del concerto

Il fatto è avvenuto il 29 aprile, poco prima del concertone del 1 maggio.

Cosmo derubato alla vigilia del concerto
Cronaca Ivrea, 06 Maggio 2018 ore 14:54

Cosmo derubato, aperto il furgone del cantautore eporediese mentre era in tour.

Cosmo derubato

Il producer e cantautore eporediese Marco Jacopo Bianchi, in arte Cosmo, è stato derubato mentre era in tour, alla vigilia del concerto a Roma per il 1 Maggio. E per lui si è mobilitata l’intera rete di suoi fans e non solo.

Lo sfogo sui social

«Ci hanno aperto il furgone con la backline e sono riusciti a rubare molta attrezzatura, soprattutto strumenti musicali - la denuncia postata anche sulla sua pagina social il 29 aprile scorso, elencando il materiale trafugato - In particolare si sono fottuti apparecchiatura che ci serve molto nel live». E poi ha lanciato un appello in rete: «Stiamo facendo salti mortali per non annullare le date dei concerti in calendario e se qualcuno avesse quegli strumenti da prestarci ci contatti». E la solidarietà non s’è fatta attendere.

La solidarietà dai fans e non solo

«Amici, perdonate la retorica inutile ma davvero siamo commossi dall’ondata di solidarietà che ci ha colpito dopo il fattaccio - ha infatti scritto il giorno dopo, ossia alla vigilia dello spettacolo per il 1 Maggio - Non ce lo aspettavamo e la cosa si è rivelata addirittura emozionante». Musicisti, amici, professionisti , appassionati della musica di Cosmo e non, hanno infatti dato una mano al gruppo, salito poi sul palco di Firenze e su quello nella Capitale. Addirittura un «grazie» è stato espresso alla Siae «Ha deciso di sostenerci con un contributo utile a ricomprare le cose che ci hanno rubato - si legge infatti in uno dei messaggi pubblicati, seppur poi seguito da non poche polemiche sollevate dagli utenti intorno alla società che tratta i diritti d’autore - Credo sia la prima volta che accade una cosa del genere e sarebbe bello se da questo nascesse uno strumento in grado di supportare i musicisti che si ritrovano in situazioni simili».