Cronaca
I GENITORI NON SONO NO VAX

Danni permanenti dopo vaccino trivalente: il tribunale risarcisce la famiglia della bimba

Parla l'avvocato Ughetto Monfrin che ha tutelato la piccola in sede di giudizio. L'indennizzo è ancora da calcolare.

Danni permanenti dopo vaccino trivalente: il tribunale risarcisce la famiglia della bimba
Cronaca Torino, 26 Marzo 2021 ore 06:52

Conseguenze da vaccino, reazioni avverse e problemi di salute dovuti all’inoculazione: il Tribunale di Torino ha emesso sentenza su una vicenda che potrebbe diventare apripista di molte altre. Non si tratta però, in questo caso, dal vaccino Covid ma del più classico e conosciuto “trivalente” che si fa ai bambini ed è obbligatorio.

Il vaccino trivalente

Ebbene il giudice Lorenzo Audisio ha stabilito che la famiglia della piccola Anna (il nome è di fantasia) sarà indennizzata per i danni permanenti causati da quella fatidica iniezione. Da rilevare che, in un primo momento, mamma e papà della piccola si erano rivolti all’Asl di competenza senza ottenere nessun risultato. Quindi la decisione di adire le vie legali e adesso il verdetto: il Ministero della Salute deve ristorare il “danno irreversibile alla salute causato dalla somministrazione del vaccino trivalente“.

Dopo le vaccinazioni antimorbillo, parotite e rosolia nel 2016, Anna era stata colpita da piastrinopenia autoimmune cronica. Si tratta di un difetto nella coagulazione che impedisce alle ferite di auto-cicatrizzarsi e causa frequenti infezioni. La piccola, quindi, che oggi ha sei anni non può cadere né sbucciarsi un ginocchio senza dover andare in ospedale per sottoporsi a pesanti cure farmacologiche. E questo sarà il suo calvario per tutta la vita.

L’approfondimento dai colleghi di primaTorino.it