Menu
Cerca

Elinucleo Carabinieri di Volpiano sopralluogo alla Sacra di San Michele

I danni sono ingenti. Tuttavia, per fortuna, nessun bene storico-artistico è andato distrutto.

Elinucleo Carabinieri di Volpiano sopralluogo alla Sacra di San Michele
Cronaca Rivarolo, 28 Gennaio 2018 ore 10:29

Elinucleo Carabinieri di Volpiano, l’elicottero dei militi canavesani ha sorvolato l’area interessata dall’incendio per un sopralluogo ad hoc.

Elinucleo Carabinieri di Volpiano in azione

Si è svolto  un accurato sopralluogo dei carabinieri del comando provinciale di Torino e del TPC  (Tutela patrimonio culturale) alla Sacra di San Michele. Il monastero valsusino infatti è stato teatro qualche giorno fa di un furioso incendio. Le fiamme hanno quindi bruciato il tetto della foresteria dell’edificio religioso. L’ispezione è avventa anche con l’ausilio di un elicottero del primo Elinucleo Carabinieri di Volpiano.

Sopralluogo alla Sacra di San Michele

L’elicottero dell’Elinucleo Carabinieri di Volpiano ha sorvolato l’area interessata dal rogo. I danni sono ingenti. Tuttavia, per fortuna, nessun bene storico-artistico è andato distrutto. Nessuna delle preziosissime opere architettoniche dell’abbazia, simbolo del Piemonte, sono infatti stati danneggiati. La Sacra di San  Michele ha anche ispirato lo scrittore Umberto Eco per il best-seller Il nome della Rosa

Simbolo del Piemonte

La Sacra di San Michele (Arcangelo), sorvolata dall’elicottero dell’Elinucleo Carabinieri di Volpiano, è un complesso architettonico arroccato sulla vetta del monte Pirchiriano. Si trova quindi all’imbocco della val di Susa. Situata nel territorio del comune di Sant’Ambrogio di Torino, poco sopra la borgata San Pietro, appartiene alla diocesi di Susa. È pertanto una delle più eminenti architetture religiose di questo territorio alpino, transito per i pellegrini tra Italia e Francia. Ristrutturata, è stato affidato alla cura dei padri rosminiani.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli