Cronaca
ora ai domiciliari

Fattorino-pusher consegnava pizze e droga a domicilio: arrestato

Finito in manette per detenzione ai fini di spaccio.

Cronaca Ivrea, 07 Febbraio 2022 ore 11:00

Consegnava a domicilio pizze e droga. Un fattorino, durante l’orario di servizio, trasportava anche dosi di cocaina, hashish e marijuana nelle case dell’eporediese. Non si sa da quanto tempo lo facesse, ma la sua doppia attività gli rendeva bene.

Un uomo  di 29 anni, pusher e fattorino, è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Ivrea ad Albiano D’Ivrea, sulla SP 79. Incensurato e insospettabile corriere di droga era impegnato nella consegna di alcune pizze con la sua macchina.

La perquisizione

Il fattorino è stato controllato e perquisito, in macchina aveva 26 grammi di stupefacente, in dosi, tra marijuana, hashish e cocaina. L’uomo era riuscito a tenere ben nascosta la sua seconda attività ai suoi datori di lavoro. A casa sua i carabinieri hanno trovato 70 grammi di marijuana È stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di droga. L’ uomo in attesa del processo per direttissima è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Altri interventi dei Carabinieri. Denunciato un incensurato per possesso di droga

A Rivarolo Canavese, i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un italiano di 20 anni, incensurato, per possesso di droga.
Controllato e perquisito, a casa nascondeva 80 grammi di droga, tra hashish e marijuana, e 365 euro.

Pusher in trasferta

A Venaria, i carabinieri hanno arrestato due pusher residenti a Torino, un 27enne senegalese, operaio, e uno di 22 anni, risultato irregolare nel territorio italiano. Il primo è stato arrestato per un’ordinanza di custodia in carcere in quanto responsabile di diverse attività di spaccio di hashish, crack e marijuana in diverse aree della città di Venaria Reale e della periferia nord di Torino. Il secondo, un gabonese di 22 anni, aveva 32 grammi di crack e 480 euro, possibile provento dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Vendeva la droga nelle vicinanze della chiesa

Nell'ambito dei controlli nel quartiere Barriera di Milano. Spacciava vicino alla parrocchia Maria Regina della Pace, il 22enne di origini senegalesi arrestato dai carabinieri per droga. Nell'ambito dei controlli antidroga nel quartiere Barriera di Milano, i carabinieri della Compagnia Torino Oltre Dora hanno sorpreso l'uomo, in Italia senza fissa dimora, dopo che aveva venduto del crack a un italiano, che è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti.

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter