Frana a Ceres, nuova ordinanza comunale

Il sindaco Davide Eboli ha chiesto alla Città Metropolitana di Torino che la strada venga messa in sicurezza.

Frana a Ceres, nuova ordinanza comunale
Lanzo e valli, 19 Febbraio 2019 ore 11:57

Frana a Ceres, nuova ordinanza comunale dopo la caduta di un masso domenica 27 gennaio sulla SP1. Previsti interventi urgenti.

Frana a Ceres, nuova ordinanza comunale

A seguito della caduta del masso nella serata di domenica 27 gennaio sulla strada provinciale 1 al chilometro 38 e 350 nel punto dove si è verificato l’incidente che ha coinvolto un’auto in transito danneggiandola e vista la comunicazione ricevuta dal Comando dei Vigili del Fuoco di Torino con la quale si evidenzia la necessità di provvedere affinché venga stabilizzato il versante, il sindaco Davide Eboli ha emesso una nuova ordinanza.

Sos alla Città Metropolitana

Nella mattinata di sabato 16 febbraio, sentito il responsabile di zona del Servizio Viabilità della Città Metropolitana di Torino, geometra Paolo Rapelli, nella quale viene sottolineata l’urgenza di provvedere in merito e di adottare i necessari provvedimenti a tutela della pubblica e privata incolumità. Perciò il sindaco Davide Eboli ha chiesto con il nuovo provvedimento alla Città Metropolitana di Torino, ente proprietario della Sp 1 delle Valli di Lanzo, la messa in sicurezza del versante a monte della strada provinciale adottando tutti i necessari accorgimenti affinché pietre, alberi ed altri detriti non cadano sulla sottostante carreggiata.

Lavori in corso

«Intanto i lavori sono in corso e di massima urgenza – spiega il sindaco Davide Eboli – Sono state tagliate le piante sul versante nella zona dove è caduto il masso e si procederà con il ripristino di soglie e muretti e poi verrà posata una rete paramassi per una lunghezza di circa 40 metri. Seguirà un nuovo sopralluogo dei geologi chiedendo di mettere in sicurezza un po’ tutto il territorio alla Regione per avere un aiuto e alla Città Metropolitana».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità