Cronaca
Volpiano

Giallo su un fucile ritrovato: ha già sparato?

L'arma verrà inviata ai Ris di Parma per ricostruirne in laboratorio l'eventuale "carriera" criminale.

Cronaca Volpiano, 25 Ottobre 2020 ore 08:55

Giallo su un fucile ritrovato in possesso di un imprenditore di 41 anni: l'arma inviata ai Risultati di Parma per capire se è stata usata per qualche azione criminale.

Giallo su un fucile

Doppio ritrovamento di armi e munizioni da parte dei Carabinieri che hanno sequestrano nelle scorse ore armi e proiettili che hanno portato ad un arresto e una denuncia. Il tutto nasce dall'opera degli uomini dell'arma che nell'ambito di specifici e mirati servizi disposti direttamente dal Comando Provinciale di Torino sul territorio di Volpiano, hanno rinvenuto e sequestrato 2 fucili e varie munizioni, arrestando una persona e denunciandone una seconda.

Dentro una cascina

In particolare a Volpiano, come si diceva, gli inquirenti hanno ritrovato all'interno di una cascina, di proprietà di un agricoltore di 48 anni, un fucile da caccia, una carabina ad aria compressa e diverse cartucce calibro 12, tutti illegalmente detenuti. Da qui, il provvedimento giudiziario nei confronti dell'uomo che ora dovrà rispondere e spiegare il perché dettava quel materiale in maniera illegale.

L'imprenditore...

Sarà forse un caso, o forse no, ma nella stessa operazione coordinata e finalizzata al controllo specifico del territorio, in questo caso la città di Volpiano, i carabinieri andando sostanzialmente a colpo sicuro hanno trovato, a casa di un imprenditore italiano di 41 anni, decine di cartucce calibro 12 illegalmente detenute. In questo caso, però, il fucile sarà inviato al Ris di Parma per verificare se sia stato utilizzato per commettere reati. Le tecniche che utilizzano oggi in laboratorio gli uomini della scientifica sono in grado di dire con precisione se l'arma è stata già usata e quanto tempo fa. Non dimentichiamo che ogni tipo di arma, a secondo del modello, lascia una firma "fisica e meccanica" quasi indelebile (all'interno sé) che può essere confrontata poi con tracce rilevate in eventi delittuosi i criminali avvenuti, magari, nella zona in cui è stata ritrovata l'arma. Informazioni che potrebbero essere utili agli inquirenti.