Cronaca

Guerra Ucraina gli aiuti del Canavese sono arrivati

Cronaca Castellamonte, 02 Marzo 2022 ore 09:48

Guerra Ucraina gli aiuti del Canavese sono arrivati a destinazione in Polonia dove i due mezzi partiti da Castellamonte sono arrivati ieri sera, martedì 1 marzo 2022.

Guerra Ucraina gli aiuti del Canavese

Sono arrivati a  destinazione ieri sera attorno alle 21,30 gli aiuti umanitari raccolti in Canavese al centro di raccolta della stazione di Przemyśl dove arrivano circa 30 mila profughi al giorno.

Grande risposta di generosità

"Grazie per la vostra generosità, per la pazienza della lunga fila in coda per fare una donazione, per le tante parole di sostegno che avete avuto per noi. Grazie a tutte le associazioni, di ogni tipo, che si sono unite a noi e che ricorderemo appena avremo il tempo di farlo, perché vogliamo che sia una iniziativa umanitaria di tutti, non nostra, ma di tutti, privati e associazioni, che hanno dato il loro contributo. Ci stiamo organizzando per partire se possibile già domani sera per un primo viaggio (non l'unico): aspettiamo conferme per il mezzo e dalla Polonia per la destinazione della consegna (che faremo personalmente al centro profughi). Entro domani a mezzogiorno sapremo tutto e vi aggiorneremo. Per adesso grazie, grazie, grazie...". Scriveva così Roberto Falletti, segretario dell'associazione La Memoria Viva, che ha dato vita a questa vera e propria gara di solidarietà a cui il Canavese non si è sottratto e da cui è nato il viaggio che ieri sera è terminato a Przemyśl in Polonia dopo il "carico" di umanità canavesano è arrivato a destinazione.

Non sarà l'unico

Alle 15,30 di oggi, mercoledì 2 marzo 2022, "i nostri mezzi rientreranno, e non a vuoto, come già detto, perché porteremo in Italia tre mamme e i loro cinque bambini che raggiungeranno i loro parenti a Modena, Brescia, e Torino. In giornata vi daremo anche con precisione i tempi ed i materiali che raccoglieremo ancora in settimana per organizzare un nuovo viaggio di consegna". Dunque, non si ferma l'opera di sostegno dell'associazione, grazie al contributo e alla generosità dei canavesani, ai profughi ucraini che stanno scappando verso li confine polacco dai bombardamenti messi in atto dalla Russia di Putin.

L'ultimo abbraccio

Nei video che seguono l'arrivo degli sfollati al punto di smistamento di Przemyśl in Polonia dove, dopo un ultimo abbraccio, iniziano le partenze verso tutti gli altri Stati europei per ospitare donne, bambini e anziani che hanno abbandonato case e tutto i propri averi, in luoghi sicuri.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter