Una brutalità

Ha legato un cane all’albero e l’ha ucciso a colpi di fucile

Resta solo una domanda di fronte a tanta crudeltà e spietatezza: perché?

Ha legato un cane all’albero e l’ha ucciso a colpi di fucile
Torino, 30 Settembre 2020 ore 06:50

Una storia agghiacciante, di una brutalità che spesso pensiamo sia lontano anni luce dai giorni nostri ma che invece si nasconde nei silenzi di chi non denuncia e negli orrori di chi perpetua quotidianamente violenza sugli animali. Due giorni fa, domenica 27 settembre 2020, nei boschi torinesi è stato ritrovato il cadavere di un cane giustiziato da mano – per ora – ignota. Ucciso con colpi di fucile dopo essere stato legato ad un albero.

La macabra scoperta di una passante

A ritrovare il corpo senza vita dell’animale è stata una passante: la donna stava facendo una passeggiata in via Santa Maria a Vigone, lungo il corso del Pellice, con il suo cane che, sentito un odore forte, si è fiondato nella sterpaglia del bosco seguendo la traccia di quello che si è scoperto poi essere la carcassa di un cane.

La denuncia alle Giacche verdi

La passante ha deciso di dare l’allarme – nonostante un conoscente l’avesse invitata a “farsi i fatti propri” – e sul posto sono intervenute le Giacche Verdi, unitamente ai veterinari dell’Asl e ai Carabinieri Forestali.

La ricostruzione dell’intera vicenda sul sito dei colleghi di Prima Torino.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità