Cronaca
Leini

Il mondo del volontariato in lutto per la perdita di Tommaso Volpiano

Scomparso a 94 anni, ha dedicato la sua vita al prossimo e alla Croce Rossa Italiana.

Il mondo del volontariato in lutto per la perdita di Tommaso Volpiano
Cronaca Leini, 02 Luglio 2022 ore 05:22

Il mondo del volontariato in lutto per la perdita di Tommaso Volpiano (in foto insieme all'ex-presidente Cri Stefano Manca in occasione della festa per il suo 90esimo compleanno). Volpiano, scomparso a 94 anni, ha dedicato la sua vita al prossimo e alla croce rossa italiana.

Il mondo del volontariato in lutto

Una vita dedicata al prossimo e alla Croce Rossa per aiutare chi avesse più bisogno. Il mondo del volontariato leinicese è in lutto per la scomparsa di Tommaso Volpiano, 97 anni, storico effettivo del primo soccorso del comitato locale della Cri. Si sono tenuti lunedì pomeriggio, 27 giugno, i funerali del decano del sodalizio con sede al Poliambulatorio. Commozione alle esequie quando il suono delle sirene dell’ambulanza ha accolto il feretro accompagnato dalla moglie Dirce, dai figli Claudio e Sergio e dai volontari della Cri in divisa con il loro labaro.

Addio a Tommaso Volpiano

Uomo generoso, sempre sorridente e disponibile, entrò a far parte del sodalizio nel 1982, appena un anno dopo la sua costituzione, quando la sede del comitato locale era ancora in via Carlo Alberto, presso gli spazi dell’attuale Centro Anziani. Il suo contributo e il suo temperamento sono stati fondamentali nel tenere unita e nel far crescere l’associazione.
Lungo i 40 anni di attività, col passare del tempo ha mutato anche le sue funzioni e il suo ruolo all’interno del sodalizio, rimanendo sempre utile. «Tommaso ha rappresentato, in ogni stagione della sua vita la misericordia – ha detto il parroco don Pierantonio Arbiglia – Ha incarnato l’umiltà di mettersi al servizio del prossimo, senza risparmiarsi». Anche di recente, durante il lockdown, aveva fatto sentire la sua vicinanza donando due biciclette per il trasporto di cibo e beni di prima necessità alle persone costrette all’isolamento. La bicicletta è stata un po’ il suo simbolo. Quasi sempre raggiungeva la sede dell’associazione a bordo della sua “Graziella” con il camice bianco stirato pronto per essere indossato nei vari servizi.

Il ricordo del sindaco Pittalis

«Volpiano sarà ricordato per l’enorme impegno in favore della Croce Rossa e delle persone in difficoltà – dice il sindaco Renato Pittalis - Una figura storica del sodalizio e del volontariato leinicese che si è sempre adoperato per il bene del prossimo». Anche i suoi 90 anni, compiuti l’8 ottobre 2014, li festeggiò presso la sede della Cri, coccolato dai suoi “ragazzi”.

Il ricordo della Croce Rossa

«Lo ricordo come un uomo sorridente, aperto e disponibile – dice la madrina della Croce Rossa Adriana Merlo. Nella sua persona erano racchiusi grande sensibilità e altruismo. Una figura che ha donato sé stesso agli altri. Sempre pronto e attivo, disponibile e attento ai problemi degli ammalati, dei più deboli e delle persone fragili e indifese. Un esempio d’altruismo che deve far riflettere e che ha molto da insegnare».
«Volontari come lui lasciano il segno in tutti coloro che hanno la fortuna d’incontrarlo. In noi ha lasciato un solco - dicono i suoi “colleghi” volontari - Cercheremo nel nostro impegno quotidiano di fare onore a quanto ha fatto per il sodalizio e per il prossimo, provando a essere anche solo la metà del volontario che è stato lui».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter