Cronaca
Chiesto un incontro urgente

Il Nursind protesta: le ferie del personale ospedaliero vanno garantite

Inoltre c'è anche il rischio di dover lavorare tutta l'estate senza impianti di condizionamento dell'aria.

Il Nursind protesta: le ferie del personale ospedaliero vanno garantite
Cronaca Ivrea, 06 Giugno 2020 ore 18:30
La presa di posizione dopo la lettera del direttore generale. Il Nursind protesta: le ferie del personale ospedaliero vanno garantite.

Il Nursind protesta: le ferie del personale ospedaliero vanno garantite

Nuova dura presa di posizione da parte del Nursind, questa volta all'indomani della lettera del direttore dell'Asl T04  arrivati ai dipendenti tramite la casella di posta azienda. "Ha dell'incredibile - si legge nel comunicato a firma di Giuseppe Summa, segretario territoriale - ciò che questa lettera recita. “E' in effetti necessario un contemperamento delle opposte necessità tra la primaria esigenza del servizio da garantire e il legittimo, anche se subordinato, interesse del dipendente alla fruizione delle ferie”.
In pratica la Direzione Generale , con un atteggiamento assolutamente pilatesco, scarica ogni responsabilità ai Direttori e i Coordinatori dei servizi, che dopo aver vissuto assieme al resto del personale mesi intensi, si trovano costretti a dover decidere se poter garantire il diritto delle ferie estive o meno" .

Chiestala revoca della disposizione

"Come Nursind abbiamo scritto immediatamente ai vertici dell'Asl To4 affinché venga revocata la disposizione inviata e sia garantito il diritto alle ferie estive - prosegue il comunicato - Dopo mesi di duro lavoro infatti, riteniamo assolutamente irrinunciabile il diritto degli operatori sanitari di vedersi garantito il giusto meritato riposo. Eppure sono passate poche settimane da quando lo stesso dottor Ardissone ringraziava pubblicamente il personale per l'immenso lavoro effettuato in una situazione che mai ad oggi si era verificata".

Chiesto un incontro urgente

"Oltre alla revoca della disposizione  abbiamo richiesto un incontro urgente e l'invio da parte dell'Azienda, del piano ferie estive autorizzato entro e non oltre il 20 giugno. Dopo tale data nell'eventualità di risposte negative, il sindacato Nursind si rivolgerà all'Ispettorato del Lavoro e metterà in atto tutte le azioni di protesta previste dalla Legge. Non è pensabile poi che gli operatori sanitari siano costretti a lavorare l'intera estate in assenza di impianti di condizionamento. Ovviante lo stesso disagio varrà anche per i pazienti. Ad oggi non sappiamo se la problematica delle ferie sia correlata ad una carenza di personale  o ad una paura da parte dell'Azienda di un eventuale ritorno della pandemia".