Cronaca
vaccino sospeso

Il post di Burioni sul caso Biella-AstraZeneca: “Morto per infarto, riflettere prima di creare il panico”

"La morte cardiaca improvvisa colpisce circa 50 mila persone ogni anno nel nostro paese.A questo sfortunato è capitato il giorno dopo la vaccinazione".

Il post di Burioni sul caso Biella-AstraZeneca: “Morto per infarto, riflettere prima di creare il panico”
Cronaca Ivrea, 18 Marzo 2021 ore 07:08

Dopo i primi esiti dell’autopsia disposta dalla procura di Biella sul corpo di Sandro Tognatti, l’insegnante di musica 57enne morto 17 ore dopo aver assunto il vaccino AstraZeneca, che avrebbero al momento escluso che la causa del decesso si legata al vaccino, è intervenuto con un post sulla sua pagina facebook il noto virologo-immunologo Roberto Burioni. Il post commenta un titolo di Repubblica.
Lo riportano i colleghi di primabiella.it

Il post del dottor Roberto Burioni

“La morte cardiaca improvvisa – scrive l’immunologo – colpisce circa 50 mila persone ogni anno nel nostro paese. A questo sfortunato è capitato il giorno dopo la vaccinazione.
Forse prima di gettare nel panico le migliaia di persone vaccinate con il lotto incriminato (tra le quali mia sorella Raffaella Burioni) bisognava rifletterci un attimo.