Cronaca
Il punto della situazione

Il sindacato Nursind critica l'Unità di Crisi e il dottor Rinaudo

"abbiamo evidenziato come la problematica della sovrapposizione delle aree sporche con quelle pulite fosse una criticità verificatasi in molti nostri presidi".

Il sindacato Nursind critica l'Unità di Crisi e il dottor Rinaudo
Cronaca Ciriè, 26 Aprile 2020 ore 14:02

Dopo la videoconferenza tra l’Unità di crisi, i rappresentanti sindacali dell’Asl To 4, i sindaci ed i vertici aziendali del territorio, arrivano le critiche del Nursind che punta il dito anche contro il dottor Rinaudo.

Le critiche del sindacato Nursind

Ha fatto discutere la videoconferenza tra l’unità di crisi, i rappresentanti sindacali dell’Asl To 4, i sindaci ed i vertici aziendali del territorio che, tra i vari temi trattati, si è occupata pure delle criticità del Pronto Soccorso di Ciriè. "Durante il nostro intervento abbiamo evidenziato come la problematica della sovrapposizione delle aree sporche con quelle pulite fosse una criticità verificatasi in molti nostri presidi e ancora tutt’oggi, in molti luoghi, sono presenti criticità gravi come quelle del pronto soccorso di Ciriè. Ne abbiamo anche elencata qualcuna.
A tale proposito abbiamo chiesto come mai l’unità di crisi abbia sentito l’esigenza di convocare una riunione solo su questo caso, viste le decine di segnalazioni fatte e denunciete anche sui mezzi di informazione, chiedendo se uno dei criteri fosse quello di andare sul tg2 o se ci fossero altri criteri individuati dall’unità di crisi" attaccano dal sindacato Nursind.

Richiesta di chiarezza

Sulla vicenda dal sindacato Nursind aggiungono: "Il dott. Rinaudo ha risposto che non ha ricevuto altre segnalazioni formali, altrimenti si sarebbe comportato allo stesso modo. Non comprendiamo cosa intenda il dott. Rinaudo per segnalazioni formali ma da oggi invieremo segnalazioni “formali” su ogni reparto di ogni presidio che presenta questa criticità e ne abbiamo centinaia, pretendiamo che il dott Rinaudo voglia convocare un incontro per ognuno di queste. Tutti sanno come il nostro sindacato è attento e critico, anche aspramente con la asl to4 ma non accettiamo che l’unità di crisi adotti comportamenti diversi a seconda da chi provengono le segnalazioni e a seconda di che asl e/o presidio si tratti. Ci chiediamo se il dott. Rinaudo agisca in automia oppure siano il Presidente Cirio e l’ Assessore Icardi a dettare l’agenda dell’unità di crisi".