Il sindaco Mazza risponde per le rime al Partito socialista

Diversamente Castellamonte e il primo cittadino non hanno gradito le critice del Psi

Il sindaco Mazza risponde per le rime al Partito socialista
Rivarolo, 06 Ottobre 2018 ore 14:49

Il sindaco Mazza risponde per le rime al Partito socialista. "Dice che non abbiamo fatto nulla ce ne passa".

Il sindaco Mazza risponde per le rime al Partito socialista

"Dire che non abbiamo fatto nulla ce ne passa". Il sindaco di Castellamonte, Pasquale Mazza, non le manda certo a dire. Soprattutto all'indomani delle accuse lanciategli dal gruppo cittadino del Partito Socialista. Il quale ha puntato il dito su quanto fatto (o non fatto...) dall'attuale amministrazione.

Ecco solo parte delle opere realizzate

In una lettera, Mazza ha elencato cosa il gruppo “Diversamente Castellamonte” ha messo in opera in questo primo periodo del proprio mandato. "Abbiamo cominciato a programmare e iniziare a risolvere da subito le cose più urgenti: l’asfalto della circonvallazione di Campo, il disalveo dei rii San  Pietro e Leonatto, la conclusione della caserma dei Vigili del Fuoco, il parcheggio davanti alle elementari di Spineto". E prosegue: "Grazie alla Regione Piemonte abbiamo integrato per sei mesi 3 nuovi cantonieri, abbiamo approvato convenzioni con le cooperative per far lavorare i ragazzi rifugiati. Poi, abbiamo rivitalizzato la città con una Mostra della Ceramica che finalmente alimenta il turismo a Castellamonte. Abbiamo pure riscoperto il Palio sportivo dei Rioni per migliorare la socialità".

I progetti futuri portati avanti a Castellamonte

Mazza ha, inoltre, anche sottolineato i progetti futuri: "A breve inizierà il rifacimento del tetto di palazzo Botton per dare avvio una volta per tutte al “Museo Permanente della Ceramica”. E’ partita la progettazione, per un importo di circa 100.000,00 euro, relativa agli asfalti. Sono iniziate le sistemazioni di alcune piccole criticità. Tutto ciò in base alle disponibilità. Partirà a breve il bando “di sponsorizzazioni” per affidare la gestione delle aiuole e delle rotonde della città. Stiamo cercando una soluzione per il vecchio ospedale ed un finanziamento per rifare la facciata di Palazzo Antonelli, e stiamo programmando tanti altri piccoli interventi dai PMO in collaborazione con l’Unione Montana ai lavori sul rio Gregorio e sul ponte del Capriolo, finanziati dalla Regione Piemonte".