Il tetto della piscina? Un colabrodo

L'Amministrazione comunale di Borgaro spenderà 240 mila euro per ripararlo.

Il tetto della piscina? Un colabrodo
Torino, 03 Agosto 2018 ore 15:21

Il tetto della piscina? Un colabrodo. A Borgaro Torinese.

Il tetto della piscina? Un colabrodo

L'Amministrazione comunale spenderà 240 mila euro per  riparare il tetto della struttura di via Risorgimento. Bisogna ripristinare  1448 metri quadrati di manto di copertura. I lavori inizieranno a settembre. I lavori non erano preventivati. Ma l'opera appare urgente. Dichiara infatti l'assessore ai lavori pubblici Luigi Spinelli: “Dopo la segnalazione della Uisp River Borgaro, si è ritenuto necessario intervenire per il rifacimento del manto d'impermeabilizzazione”.

Usura del tempo

Le infiltrazioni d'acqua sono molteplici. Dovute all’usura dei materiali e all’esposizione agli agenti atmosferici. La copertura ha perso tutta una parte di faldaleria durante un temporale. Pertanto si richiede una messa in sicurezza completa dopo 25 anni dalla realizzazione. Continua Spinelli: “La ristrutturazione sarà portata avanti in sinergia con la River”. La giunta ha deliberato la spesa al 19 luglio.

Riapertura regolare

La Uisp River Borgaro rassicura gli utenti. Infatti afferma la presidentessa Veronica Castronovo: “La piscina riaprirà il 10 settembre. I lavori non comporteranno la chiusura dell'impianto”. Il Comune  ha la proprietà dell'immobile. E può dare garanzie per la stipula di un mutuo. Già in passato la società ha svolto i lavori tramite la garanzia fideiussoria dell'ente pubblico. In occasione della realizzazione della vasca gym-idromassaggio e della caffetteria.