Cronaca
Tattoo decisivo

Kalashnikov tatuato sul collo: preso il rapinatore del Valentino

Si tratta di un cubano di 22 anni, abitante a Torino, con precedenti penali.

Kalashnikov tatuato sul collo: preso il rapinatore del Valentino
Cronaca Torino, 30 Maggio 2020 ore 08:57

Kalashnikov tatuato sul collo: preso il rapinatore del Valentino. Si tratta di un cubano di 22 anni, abitante a Torino, con precedenti penali.

Kalashnikov tatuato sul collo

Accerchiato e rapinato nel parco Valentino, nota un segno particolare in uno dei suoi aggressori: un kalashnikov tatuato sul collo. Anche grazie al tatuaggio, le forze dell'ordine sono riuscite a rintracciare l'uomo: si tratta di un 22enne cubano con precedenti penali. L'episodio risale alla notte del 30 novembre scorso.

La rapina

La vittima, un giovane di 29 anni, è stata buttata a terra da quattro persone, picchiata con violenza e ferita leggermente con un coltello. Dopo il raid, il gruppo si è allontanato ma il 29enne li ha seguiti e a uno di loro ha chiesto di poter riavere il cellulare. "Dammi 100 euro e ti restituiamo il telefono", gli ha riposto. La vittima ha capito l’inganno e ha rinunciato ed è andata via.

La denuncia

Il giorno successivo, il 29enne ha denunciato l’episodio ai carabinieri della Stazione Torino San Salvario, segnalando anche il kalashnikov tatuato sul collo di uno dei quattro. I carabinieri lo hanno rintracciato e gli hanno notificato un ordine di custodia cautelare in carcere, emesso dal GIP della Procura di Toruino, perché ritenuto responsabile, in concorso con altre persone, di rapina, lesioni ed estorsione.