Cronaca
l'appello

La storia di Rachid, da eroe a senzatetto. A Ivrea salvò mamma e figlioletta

Un ragazzo di appena 36 anni, che parla cinque lingue, che merita una possibilità.

La storia di Rachid, da eroe a senzatetto. A Ivrea salvò mamma e figlioletta
Cronaca Ivrea, 22 Marzo 2021 ore 15:06

La storia di Rachid, da eroe a senzatetto: nel 2013 a Ivrea salvò mamma e figlioletta vittime di un brutto incidente.

A Ivrea salvò mamma e figlioletta

Nel giugno 2013 Rachid Saiad, 36 anni, marocchino originario di Casablanca aveva salvato una donna di 43 anni e sua figlia di 6 da un terribile incidente d'auto. Quel giorno Rachid si trovava sul Terzo Ponte a Ivrea in compagnia di un amico quando scorsero un'auto precipitata nella scarpata. I due accorsero immediatamente e nel tentativo di aprire le portiere dell'auto il ragazzo si procurò persino un taglio ad una gamba che gli costò 124 punti di sutura, poi lui e l'amico riuscirono a sfondare i finestrini e trarre in salvo mamma e figlia che vennero ricoverate in ospedale.

La storia di Rachid, da eroe a senzatetto.

Rachid era arrivato in Italia da ragazzino insieme alla sua famiglia, e per 21 anni ha fatto molti lavori per guadagnarsi da mangiare e mandare soldi alla sua famiglia che vive in condizioni disagiate. Poi negli ultimi tempi lavorava nel settore edile ma con il fallimento dell'azienda non ha più ricevuto neanche gli arrestrati che gli spettavano. Ora Rachid da oltre tre mesi vive in un'auto, una Seat Ibiza, parcheggiata a Torino, nel quartiere Borgo Vittoria, in via Fossata. Il ragazzo fatica a trovare un lavoro e come se non bastasse soffre di problemi di salute (una brutta ulcera) per curare i quali non gli bastano i soldi per le medicine.

L'appello

Rachid parla cinque lingue (arabo, italiano, inglese, francese e spagnolo) e ha tanta voglia di ricominciare. Se non troverà lavoro al più presto sarà costretto a tornare in Marocco non riuscendo a rinnovare il permesso di soggiorno, ma anche lì, senza denaro, non sarebbe affatto facile. Al ragazzo in fondo serve appena un po' di fiducia, qualcuno che possa riconoscere il grande valore di un ragazzo che in fondo a salvato due vite...