Loris Augusti in campo per Torino-Spal

Non si ferma la gara di solidarietà per il piccolo cuorgnatese.

Loris Augusti in campo per Torino-Spal
Rivarolo, 05 Gennaio 2020 ore 00:10

Il piccolo Loris Augusti in campo per Torino-Spal insieme all’arbitro lo scorso 21 dicembre.

Loris Augusti in campo per Torino-Spal

Non si arresta la mobilitazione di tutto il Canavese, che insieme al Torino Calcio, si è adoperato nel mese di dicembre per aiutare concretamente il piccolo Loris Augusti a tornare a camminare da solo e magari correre e segnare un gol proprio come hanno fatto i campioni della Serie A durante la partita tra la squadra granata e la Spal. Sabato 21 dicembre, il bimbo cuorgnatese di 6 anni è infatti entrato in campo insieme con l’arbitro di Torino-Spal, Michael Fabbri, e i 22 calciatori protagonisti dell’attesa sfida.

Solidarietà per Loris

Il club, guidato da Urbano Cairo, ha così rilanciato nel migliore dei modi possibili la raccolta fondi per il bambino affetto fin dalla nascita da una rara malformazione alla gamba destra. «Ringraziamo il presidente del Torino calcio, Urbano Cairo, il direttore operativo della società granata, Alberto Barile, e il segretario del settore giovanile, Federico Peano, i calciatori e il popolo granata per l’importante e concreto aiuto dato al piccolo Loris» ha commentato il canavesano Gigi Querio, deus ex machina dell’iniziativa. E’ una sfida ancora da giocare. Grazie alla generosità di tanti canavesani e di tutto un territorio, è già stato finanziato il primo intervento chirurgico (circa duecentomila euro) che sarà eseguito dall’equipe medica del dottor Paley a febbraio negli Stati Uniti. Poi occorreranno diverse settimane di rieducazione nella clinica in Florida. Al termine di questo periodo lo specialista statunitense stabilirà le tempistiche per una seconda necessaria ma costosa operazione, che avrà lo scopo di allungare la tibia del ragazzino. Ecco perché la macchina della solidarietà non si è fermata.

Gioca per Loris

Allo stadio Olimpico Grande Torino come al pala San Bernardo di Castellamonte, dove l’8 dicembre scorso il Lions Club alto Canavese ha organizzato il simpatico e coinvolgente service «La testa nel pallone 2 – Gioca per Loris». Un riuscito evento per contribuire a dare una mano a Corine Lesieur e Doriano Augusti, i genitori di Loris, a raccogliere una somma di denaro atta a rendere possibile il piano terapeutico di guarigione del piccolo cuorgnatese. Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, con un palazzetto gremito in ogni ordine di posto, è andata in scena una bella giornata di sport e solidarietà con 7 squadre di ragazzini dai 5 ai 10 anni di varie compagni giovanili canavesane che si sono affrontate con grinta e correttezza in appassionanti match dalle ore 9 del mattino alle 18, sotto l’occhio attento del sindaco, Pasquale Mazza, del presidente del Lions alto Canavese, Elio Torrieri, e di Marco Gaido,componente della Delegazione del Settore Giovanile Scolastico di Ivrea. «Sono stati raccolti 1.800 euro tutti donati al piccolo Loris – spiegano i promotori dell’evento – Sugli spalti tantissimi genitori ad applaudire e sostenere i giocatori lungo tutta la giornata. Grazie alle 7 squadre che hanno aderito, al Comune per il contributo e al Castellamonte Calcio a 5 per l’ospitalità e al Lions per il riuscito service».

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve