Menu
Cerca

Madonna dei Martiri: festa che dura da 30 anni

Una curiosità? ha piovuto una volta sola

Madonna dei Martiri: festa che dura da 30 anni
07 Settembre 2017 ore 13:00

Una curiosità? ha piovuto una volta sola

BALANGERO. La notizia più bella è quella anticipata dal parroco don Luigi Magnano nel corso dell’omelia alla Messa di domenica 3 settembre. Quasi certo l’arrivo di un contributo che servirà a coprire le spese per il rifacimento della parte esterna del Santuario. Una novella davvero gradita al Comitato Festeggiamenti che, dopo l’inaugurazione del nuovo portone, nel settembre del 2016, non è riuscita a portare avanti nessun altro progetto nel corso del 2017. Il motivo: mancanza di fondi e, per ristrutturare edifici sacri e ricchi di storia come il Santuario Madonna dei Martiri, ne servono davvero molti. Qualche cenno storico? La chiesa si trova sulla strada vecchia che conduce a Lanzo e fu costruito agli inizi del 1700 sui resti di un antico oratorio. Immerso nel verde, il Santuario, è un gioiello di grazia e compostezza architettonica. Non ci sono elementi sicuri che possano testimoniarlo, ma i “Martiri” potrebbero essere i soldati della Legione Tebea fuggiti dalla persecuzione di Massenzio, attraverso le Alpi dalla Francia, verso il Canavese, inseguiti dai soldati nemici. Era infatti questa vecchia strada di Lanzo, che da Chivasso arriva fino a noi passando da Grosso a Mathi per poi svoltare verso Montebasso, Vallo fino alla Val di Susa. Domenica 3 settembre si è svolta la tradizionale festa con la celebrazione della Messa e poi il pranzo al quale hanno partecipato molte persone. Piatti della tradizione piemontese e balangerese hanno soddisfatto i palati dei numerosi commensali. Come sempre, le prelibate pietanze sono state cucinare dalle massaie dell’associazione «Le Siete». Nel pomeriggio, giochi e divertimento per grandi e piccini e, al termine, premiazioni per tutti. Come sempre non è mancato il banco di beneficenza per recuperare un po’ di offerte da destinare al Santuario e alla sua manutenzione. Presenti alla Messa anche il sindaco Franco Romeo e il vice sindaco Stefano Rossi. A collaborare, con il Comitato Festeggiamenti è stato, come sempre, la Pro Loco di Patrizia Migliorero.