Il caso

Mauro Fava (Lega Salvini Piemonte): “Solidarietà all’autista del bus"

Il consigliere regionale del Carroccio chiede maggiori controlli.

Mauro Fava (Lega Salvini Piemonte): “Solidarietà all’autista del bus"
Cronaca Castellamonte, 26 Giugno 2021 ore 16:04

Mauro Fava (Lega Salvini Piemonte): “Solidarietà all’autista del bus". Il consigliere regionale del Carroccio chiede maggiori controlli.

Mauro Fava

Nuovo episodio di teppismo ai danni di un autista di un bus. Stavolta a farne le spese è stato un 57enne di Azeglio, aggredito a Castellamonte da una decina di giovani delinquenti “infastiditi” dal suo invito ad indossare la mascherina. “All’autista va tutta la mia solidarietà – commenta il consigliere regionale del gruppo Lega Salvini Piemonte, e presidente della Commissione Trasporti, Mauro Fava -. Purtroppo noto con rammarico che simili episodi si stanno ripetendo con troppa frequenza, in tutto il territorio provinciale. In questo caso specifico, si è trattato di un atto gravissimo e brutale, visto che pare sia stata usata anche una pietra per colpire l’autista al capo. Una violenza inaudita ed inspiegabile: non so cosa possa passare per la testa, di per sé vuota, di simili imbecilli al punto da spingerli ad aggredire una persona per così futili motivi. Imbecilli e vigliacchi, visto che si sono scagliati in dieci contro uno”.

Aggressioni agli autisti

Da Ivrea alla cintura di Torino, le cronache hanno riportato varie notizie di aggressioni ai danni degli autisti di bus da quando è scoppiata la pandemia. E in molti casi per cause da poco, dal biglietto non pagato all’obbligo di mettere la mascherina.

Problema sicurezza

“Abbiamo un evidente problema di sicurezza e gli autisti non possono essere lasciati soli a fronteggiare i gruppi di teppisti – aggiunge Fava –. D’altra parte, le forze dell’ordine sono già sovraccaricate di lavoro in proporzione ai loro magri organici, non è semplice chiedere di intensificare i pattugliamenti. Io non vedo altra soluzione che mettere più controllori a bordo dei mezzi”.