Opere pubbliche

Maxi finanziamento da 6 milioni di euro per la nuova scuola media di Cuorgnè

Il progetto realizzato dallo studio «Settanta 7»

Maxi finanziamento da 6 milioni di euro per la nuova scuola media di Cuorgnè
Cuorgnè, 10 Maggio 2020 ore 12:51

Maxi finanziamento da 6 milioni di euro per la nuova scuola media di Cuorgnè.

Maxi finanziamento

E’ realtà il maxi finanziamento da 6milioni di euro per la nuova scuola media di Cuorgnè.  Il paese delle due torri «che verrà» potrà contare su un nuovo plesso scolastico, moderno e funzionale. «In tempo di pandemia, qualche notizia positiva arriva a rianimare l’operato di noi amministratori. Un importante segnale di speranza per tutta la nostra comunità – commenta il sindaco cuorgnatese, Giuseppe Pezzetto – Un grande progetto che abbiamo ostinatamente cercato in questi anni di amministrazione, che guarda al futuro e alle nuove generazioni. Un bel lavoro di squadra».

I commenti

Un team lungimirante e preparato, trascinato al raggiungimento dell’obiettivo dal primo cittadino, dagli assessori Silvia Leto e Davide Pieruccini e dal consigliere delegato, Antonella D’Amato. In questi giorni il Miur ha pubblicato il decreto inerente i fondi per interventi di edilizia scolastica. Per il Piemonte sono stati stanziati 34.446.759 euro.  Tra i Comuni in lista ammessi c’è, quindi, anche Cuorgnè. Proprio per la realizzazione della nuova scuola media con un importo di 5.790.000 euro. «Una grande buona notizia per la nostra Amministrazione e per me in particolare – aggiunge l’assessore Leto – Il finanziamento ottenuto rappresenta, così come “la posa della prima pietra per una cattedrale”, il primo decisivo passo verso la realizzazione del nuovo plesso della Scuola secondaria di primo grado. Questo risultato è frutto di un processo lungo e laborioso che abbiamo curato in questi quattro anni e che finalmente inizia a prendere forma! Naturalmente il tutto vedrà il suo completamento e realizzazione con la futura Amministrazione».

Il progetto

Il progetto, realizzato dallo studio «Settanta 7», vede 2 corpi di fabbrica regolari che, incontrandosi, si aprono verso la Città, invitando gli studenti ad entrare. Le aule sono collocate all’interno della corte, verso la palestra, mentre lo spazio di connessione fa da filtro rispetto alla strada. Il rivestimento esterno è concepito come un nastro, «pinzato» nei punti notevoli dell’edificio e che si lacera in corrispondenza dell’ingresso lasciando intravedere il secondo nastro, quello arancione interno, che caratterizza tutti gli spazi comuni e di aggregazione della scuola. «Da subito, con  la Consigliera D’Amato delegata all’Istruzione, abbiamo condiviso la notizia con la dirigente dell’IC Cuorgnè Monica Comuzzi  e ci siamo attivati per valutare immediatamente le migliori soluzioni necessarie a garantire l’attività scolastica che sarà necessaria nel periodo di costruzione della nuova scuola – spiega l’assessore all’istruzione Davide Pieruccini –  Si tratta di una buona notizia non soltanto per la Città delle due torri, ma per tutto il Canavese».
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità