Meno internet per tutti con la scelta della commissione europea

Pare proprio per effetto del “crash” del sito.

Meno internet per tutti con la scelta della commissione europea
Ivrea, 01 Luglio 2018 ore 03:06

Meno internet per tutti con la scelta della commissione europea

Meno internet

Si può dire meno internet per tutti con la recente scelta della commissione europea di rinviare i termini dell’iniziativa WIFI4EU. Era mirata alla realizzazione di hot-spot wifi in grado di fornire, negli spazi pubblici, l’accesso a Internet senza costi per i cittadini. Già un mese fa si era verificato il blocco di funzionamento del sito utilizzato per raccogliere le adesioni da parte dei comuni.

La denuncia dell'Anci

In questa occasione ANCI e UNCEM avevano criticato duramente le modalità utilizzate per la raccolta delle adesioni. Intorno all'ora dall’attivazione del servizio, il portale europeo si era bloccato. Di qualche giorno fa la notizia dell’annullamento del bando da parte dell’Agenzia esecutiva per l’Innovazione e le Reti (INEA) della commissione Europea. Pare proprio per effetto del “crash” del sito.

I problemi tecnici

Prima i problemi tecnici del portale, poi la scelta di sospendere o addirittura annullare la presentazione delle candidature. I Sindaci di numerosi Comuni Piemontesi si sono rivolti a ANCI Piemonte. Si critica l’incapacità organizzativa di chi doveva gestire una partita molto delicata. Ma soprattutto il rammarico di non poter accedere alle opportunità messe a disposizione dall’Unione Europea.

Avetta scrive ai parlamentari

C'è anche la firma di Alberto Avetta, sindaco di Cossano e  presidente Anci, in calce alla lettera indirizzata ai parlamentari. Per chiedere un interessamento al fine di verificare quanto accaduto e di supportare gli amministratori. ANCI Piemonte si è detta disponibile fin da ora a collaborare con la Commissione UE alla predisposizione del prossimo bando europeo di WiFi4EU.