Cronaca
Tre operai morti a Torino

Morti sul lavoro, Bombara (FNS CISL): "Fermare questa strage"

Il sindacalista chiede risposte sulla tragedia.

Morti sul lavoro, Bombara (FNS CISL): "Fermare questa strage"
Cronaca Torino, 19 Dicembre 2021 ore 17:04

Morti sul lavoro, Bombara (FNS CISL): "Fermare questa strage". Il sindacalista chiede risposte sulla tragedia.

Morti sul lavoro, Bombara (FNS CISL): "Fermare questa strage"

Si chiedono risposte sull'ennesima tragedia che ha incrementato l'alto numero di morti sul lavoro nel 2021. Nella mattinata di ieri, sabato 18 dicembre, tre operai sono morti a Torino in seguito alla caduta di una gru. “A nome delle donne e degli uomini che rappresentiamo e che operano tutti i giorni per la sicurezza e il soccorso delle persone - afferma il reggente della Fns Cisl Piemonte (la federazione nazionale della sicurezza della Cisl), Roberto Bombara - esprimo il cordoglio e la vicinanza della Federazione della Sicurezza della CISL Piemonte ai familiari dei tre lavoratori deceduti nella sciagura avvenuta ieri a Torino".

Cordoglio

"Per chi svolge la nostra professione, quella del vigile del fuoco - continua il sindacalista - ogni volta che accadono fatti così tragici è come se un pezzo di ognuno di noi andasse via con chi ci ha lasciati. È in quel momento che troviamo le energie per svolgere la nostra missione, recuperando le salme, dare conforto a chi rimane e cercare di fornire risposte a chi giustamente le pretende per accertare responsabilità ed impedire che certe situazioni debbano ripetersi”.

Servono risposte

“Riteniamo essenziale – continua Bombara della Fns Cisl Piemonte – che quelle risposte siano fornite ed è con la capacità e la professionalità dei Vigili del Fuoco di Torino che siamo certi verrà fatta chiarezza sull'accaduto. Riteniamo però doveroso in questo momento di dolore rinnovare l’invito a chi ha il potere di decidere che siano presi idonei provvedimenti nel campo della sicurezza e prevenzione sul lavoro”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter