Nave Diciotti Sit-in "Non in mio nome" a Ivrea lunedì

Verrà anche preparata una lettera per chiedere al sindaco e al presidente del Consiglio comunale di farsi portavoce del dissenso verso le Istituzioni superiori dello Stato Italiano.

Nave Diciotti Sit-in "Non in mio nome" a Ivrea lunedì
Ivrea, 25 Agosto 2018 ore 19:11

Nave Diciotti Sit-in "Non in mio nome" a Ivrea lunedì, 27 agosto, in piazza di Città dalle 18.30.

Nave Diciotti Sit-in

Sulla Nave Diciotti, ad oggi sabato 25 agosto ancora ferma al porto di Catania, è stato organizzato il sit-in "Non in mio nome". La manifestazione si terrà a Ivrea lunedì, 27 agosto, in piazza di Città dalle 18.30.  A promuovere la protesta sono dunque alcune associazioni,   comunità attive sul territorio e partiti. Insieme a tante e tanti cittadine  di Ivrea ed Eporediese. Uniti vogliono manifestare il proprio profondo dissenso e indignazione per il grave comportamento del Ministro dell'Interno Matteo Salvini.

La dichiarazione

"Non vogliamo fare parte di quegli italiani per i quali il Ministro dell’Interno dice di agire. Vogliamo, invece, che vengano rispettati i diritti sanciti dalla nostra Costituzione nell’articolo 2". Recita “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità. Richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”. E poi l’articolo 10: "Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica". Oltre ai diritti universali dell'accoglienza.

La riflessione

“La maggioranza delle persone viene dall’Eritrea (130), hanno una nazionalità che assicura protezione internazionale quasi automatica in tutti i paesi europei. Nell’occasione, chiederemo ai cittadini che interverranno di sottoscrivere una lettera aperta al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale di Ivrea. Chiediamo che si facciano portavoce del nostro dissenso verso le Istituzioni superiori dello Stato Italiano". Da evidenziare come in maggioranza (nonché in giunta) sia presente una forte componente leghista: sono infatti quattro i consiglieri eletti sotto al simbolo della Lega di Salvini.

Numerose le adesioni già raccolte: ANPI, Acmos, Agathon, Albero della Speranza, Associazione Rosse Torri, Centro Documentazione Pace, Centro Gandhi, Circolo Rifondazione Comunista Ivrea, Cooperativa Mary Poppins, Comunità del Castello di Albiano, Ecoredia, Equality APS, Fondazione Benvenuti in Italia, Good Samaritan, Libera Ivrea e Canavese, Legambiente Dora Baltea, Mdp Art. 1 Ivrea, MIR Ivrea, Osservatorio migranti, Potere al Popolo, Sinistra Italiana, ZAC!