Cronaca

Nole, addio ad Alessandra, aveva 32 anni

Il suo grande rammarico era quello di non essere riuscita a formarsi una famiglia tutta sua.

Nole, addio ad Alessandra, aveva 32 anni
Cronaca Ciriè, 28 Aprile 2018 ore 12:38

Nole, addio ad Alessandra, aveva 32 anni.

Nole, addio ad Alessandra, aveva 32 anni

Alessandra è volata in cielo. La comunità piange la ragazza che sognava di diventare madre. Alessandra Anzalone si è spenta venerdì 20 aprile, per un male incurabile, all'ex ospedale Mauriziano di Lanzo. All'età di 32 anni. Racconta la madre Franca: “Mia figlia ha vissuto pienamente la sua esistenza, togliendosi tante soddisfazioni. Aveva un unico rammarico. Ovvero quello di non essere riuscita a farsi una famiglia. Purtroppo le sue condizioni di salute non glielo hanno permesso”.

Ha lavorato anche per il Comune di San Maurizio

Alessandra cresce nella comunità di Nole dove coltiva molte amicizie fin da bambina. Si diploma all'istituto d'Oria di Ciriè, nell'indirizzo turistico. Quindi comincia il suo percorso d'adulta, facendo parecchi lavori temporanei. Racconta il sindaco di San Maurizio Paolo Biavati: “Ha svolto il servizio civile volontario in Comune a San Maurizio. Abbiamo dei bellissimi ricordi della sua permanenza nel palazzo municipale”. Purtroppo la vita le riserva una grossa sfida ad appena 23 anni. Interviene la madre Franca: “Ha combattuto per dieci anni contro un male incurabile. Ma ha affrontato la malattia con coraggio. Non si è mai buttata giù. Sorrideva e aveva sempre una buona parola per tutti"

Un esempio di forza e di coraggio

Alessandra è stata un esempio per i suoi genitori che sono fieri di come ha lottato. Con il suo modo d'essere riusciva a farsi voler bene dalla gente. Durante i suoi ricoveri all'ospedale si mostrava sempre gentile verso il personale medico e infermieristico. Gli amici non l'hanno mai dimenticata e venivano spesso a trovarla. Usciva frequentemente con le amiche per recarsi ai concerti, alle gite e dove le faceva piacere andare. Ultimamente lavorava come promoter per una ditta svizzera. Si era buttata nell'attività, compatibilmente con i suoi problemi. Da un anno era andata a vivere a Villanova. I funerali si sono tenuti lunedì 23 aprile nella parrocchiale “San Vicenzo Martire” di Nole. Si sono raccolte offerte per la fondazione Faro di Lanzo che assiste i malati terminali.