Lessolo

“Nuovi comandamenti” in parrocchia per la messa, al posto dell’acqua santa gel igienizzante

Al posto dell'acqua santa ci sarà il gel igienizzante

“Nuovi comandamenti” in parrocchia per la messa, al posto dell’acqua santa gel igienizzante
Ivrea, 23 Maggio 2020 ore 10:04

“Nuovi comandamenti” in parrocchia per la messa, al posto dell’acqua santa gel igienizzante.

“Nuovi comandamenti”

Si potrebbero definire i “Nuovi comandamenti” in parrocchia per la messa ai tempi dell’emergenza sanitaria Covid19.   Dopo più due mesi di sospensione il 24 maggio alle ore 11.15 riprenderanno le celebrazioni eucaristiche anche  nella chiesa parrocchiale di Lessolo. Ad annunciarlo Padre Mario Bianchi con un comunicato rivolto e diffuso tra i propri parrocchiani. Nello scritto sono riportate le indicazioni per tutelare la salute degli stessi parrocchiani compatibilmente con le esigenze liturgiche.

Le condizioni di sicurezza

Primo: i posti disponibili sono 29 a cui si aggiungono il celebrante ed eventuali due ministranti che stanno nel presbiterio a distanza di sicurezza. Secondo: non sono ammessi in chiesa coloro che hanno avuto contatti con persone contagiate o hanno sintomi influenzali, respiratori o la temperatura corporea uguale o superiore a 37,5°. Terzo: le persone dovranno tenere la mascherina anche in chiesa. Quarto: i guanti sono consigliati, ma chi ne è sprovvisto dovrà usare all’entrate della chiese l’igienizzante per le mani. Quinto: le porte laterali dell’entrata saranno aperte per impedire di contaminarsi toccandole. Una sarà riservata per l’entrata e l’altra per l’uscita. «Si abbia cura, entrando o uscendo, di non assembrarsi ma di rispettare sempre la distanza di sicurezza evitando di toccare i banchi», è anche specificato. Sesto: sui banchi saranno posizionati dei segnaposti per rispettare rigorosamente la posizione evitando di spostarsi lateralmente lungo il banco, perché uno deve restare vuoto. Non è possibile assistere alle funzioni restando in piedi o seduti vicino anche se familiari. Settimo: in fondo alla chiesa ci sarà un tavolo con cestino per le offerte. Ottavo: al momento della comunione chi la desidera resti in piedi sul posto, gli altri si siedano. Passeranno i ministranti a distribuirla. Nono: va da sé che inutili sarebbero le disposizioni di sicurezza in chiesa, se queste non venissero mantenute anche fuori dalla chiesa, quindi prima o dopo la messa è vietato sostare nel sagrato per non formare assembramenti. Decimo: opuscoli vari saranno tolti dalla chiesa per evitare contagi indiretti. Undicesimo: i genitori si preoccuperanno di far rispettare queste regole ai loro figli minori. Dodicesimo: il coro non ci sarà, ciò non toglie che con o senza organista non si possa fare qualche canto sempre restando ciascuno al suo posto.

Le raccomandazioni di Padre Mario

La partecipazione sarà consentita solamente a chi se la sentirà di rispettare le regole sopra indicate, altrimenti si è invitati a restare a casa e a questo proposito Padre Mario precisa: «Sapendo che ciò non costituisce violazione del precetto festivo». Per quanto riguarda i funerali invece si continuerà a celebrarli al cimitero, come nella cosiddetta “Fase 1”, essendo vietati i cortei. In questo periodo sono stati diversi i fedeli sui social ad auspicare il ripristino delle funzioni domenicali. Felice Oberto, che abitualmente aiuta il parroco Lessolese nell’organizzazione delle funzioni esprime così il suo parere in merito: «Non ho avuto molti contatti con i lessolesi in questo periodo per cui non posso fare previsioni su quanti saranno». Per sapere se il numero di posti previsto è sufficiente non resta che attendere.

Luca Nardi

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei