Nuovo ambulatorio medico a Montalenghe inaugurato sabato

Opera realizzata grazie a Leone Stragiotti e la moglie Francesca Fiorina che hanno lasciato al paese un lascito di 800.000 euro a favore di opere per la comunità

Nuovo ambulatorio medico a Montalenghe inaugurato sabato
Rivarolo, 19 Febbraio 2019 ore 15:31

Sabato scorso, 16 febbraio 2019, è stato inaugurato il nuovo ambulatorio medico a Montalenghe.

Nuovo ambulatorio medico a Montalenghe

È stato inaugurato sabato pomeriggio il nuovo ambulatorio medico nei locali dell’ex circolo Arci alla presenza di un folto gruppo di cittadini ed autorità, fra cui la rappresentanza dei carabinieri della vicina caserma di San Giorgio. Il sindaco ha dato il benvenuto ai convenuti: “Grazie per essere presenti in quest’occasione – ha detto Valerio Camillo Grosso – , è un’emozione inaugurare un’altra tappa di un percorso iniziato nel 2013, con la gratitudine verso Leone Stragiotti e la moglie Francesca Fiorina, nostri benefattori che hanno lasciato al paese un lascito di 800.000 euro a favore di opere per la comunità. Tante persone hanno lavorato per concretizzare la volontà testamentaria, cercando di realizzare opere per i montalenghesi tutti. Una certamente è questo ambulatorio medico che inizialmente ospiterà servizi dei medici di base ed il servizio prelievi, ma che in futuro speriamo offra ulteriori servizi specialistici anche ai paesi vicini. Sono locali più spaziosi e luminosi rispetto ai precedenti, che risolvono criticità che i cittadini ci avevano espresso. Ed un’altra opera speriamo di inaugurarla presto, quella del polivalente che nei prossimi mesi verrà terminata e consegnata alla popolazione”.

Un impegno verso i cittadini

“Tutti sono stati importanti per queste realizzazioni – ha proseguito Grosso -, quotidianamente ci impegniamo ad offrire servizi migliori a Montalenghe. Non siamo mai soli, per questo i progetti riescono bene. Da sempre sosteniamo il senso di comunità, ed anche se negli ultimi anni la popolazione è cambiata con diverse etnie e provenienze, quello spirito di vicinato, appartenenza ed accoglienza non è mai mutato e ciò ci tiene uniti. Valori che portiamo avanti da sempre. Ed un altro valore aggiunto, è il volontariato delle nostre associazioni, importanti per la comunità. Inoltre, lavoriamo insieme anche per i giovani, per dar loro serenità, futuro e servizi. Perché è giusto avere l’opportunità di scegliere, ma neppure di essere costretti ad andare via perché il paese spopola, non vi sono negozi, non vi sono servizi. In questo senso la nostra politica è quella mantenere vivo il paese, i negozi, i servizi”.

La storia dell’edificio

Rammentata anche la storia dell’edificio che ospita i nuovi ambulatori: da Casa del Fascio a dimora privata, quindi circolo Arci che col trasferimento ne ha mutato la storia da luogo sociale a luogo sanitario, ma sempre per i cittadini di Montalenghe. Dopo l’intervento del dottore in pensione Giuseppe Bessolo, il momento di preghiera col parroco, padre Mario, che ha benedetto ed assistito all’inaugurazione. La senatrice eporediese Virginia Tiraboschi ha elogiato queste iniziative: “Sindaci e padri (sacerdoti) stanno tenendo unite le comunità – ha affermato – , in un periodo in cui si stanno perdendo valori importanti. Sono iniziative lodevoli per la cittadinanza, tessuto sociale della nostra società, avvalorando altresì le relazioni che sono il vero valore aggiunto del territorio. E qua riscontro ancora quella semplicità di relazione”. Quindi è stata scoperta la targa esterna dedicata ai benefattori, quindi il taglio del nastro da parte del dottor Bessolo ed il rinfresco finale offerto ai presenti.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve