Parroco paragona Salvini a Mussolini: è polemica

Polemica sui social per le parole pubblicate di don Bracchi e del diacono Rocco.

Cronaca Torino, 26 Dicembre 2019 ore 00:32

Parroco di Vercelli paragona Salvini a Mussolini: è polemica. Un editoriale con considerazioni politiche sul bollettino parrocchiale delle Maddalene.

Parroco paragona Salvini a Mussolini

Polemica pre-natalizia, ad innescarla le parole di don Massimo Bracchi e del diacono Rocco apparse sul bollettino parrocchiale della parrocchia delle “Maddalene”. Come riportano i colleghi de La Nuova Periferia, un articolo di fondo firmato dai due religiosi paragona Matteo Salvini a Benito Mussolini: “Salvini, rompendo l’alleanza con Di Maio e i Cinquestelle, si è dato la zappa sui piedi. Aveva detto “datemi pieni poteri”, ricordandoci un’altra figura del nostro passato italiano che i pieni poteri se li era presi con gli stessi atteggiamenti populistici e di salvatore della patria. Ma quanti lutti, quanta sofferenza e quanta vergogna l’Italia avrebbe dovuto vivere…”.

Le reazioni della Lega

La frase ovviamente ha destato la reazione della Lega. Paolo Tiramani, parlamentare, sindaco di Borgosesia e segretario provinciale della Lega, nel segnalare quanto era stato scritto nel bollettino. afferma: “Da uomo cattolico nutro molta fede e molto rispetto. Tuttavia non capisco alcuni preti che utilizzano ogni mezzo per fare dell’assurda politica”.

Il presidente del Consiglio invece...

Mentre il Presidente del Consiglio Comunale di Vercelli Gian Carlo Locarni commenta: “Il sottoscritto cresciuto dai salesiani non ha mai digerito quel vecchio adagio che recitava: fai come il prete dice e non fare come il prete fa, ma purtroppo mi devo arrendere all’evidenza. Auspicando che sacerdoti del genere siano eccezione confido in una pronta risposta morale dalla moltitudine di sacerdoti, diaconi e non solo che dimostrano quotidianamente il loro buonsenso, buon Natale… anche al parroco in questione perché la carità cristiana mi impone di perdonarlo”.