Cronaca
solidarietà

«Pedala con il cuore», l'iniziativa del Sutalatur Bike a sostegno dell’Aguav

Onlus che si occupa di giovani audiolesi e delle loro famiglie.

«Pedala con il cuore», l'iniziativa del Sutalatur Bike a sostegno dell’Aguav
Cronaca Alto Canavese, 01 Maggio 2020 ore 16:55

«Pedala con il cuore», un'iniziativa messa in campo dalla Sutalatur Bike per sostenere l’Aguav, associazione vicina ai giovani audiolesi e alle loro famiglie.

«Pedala con il cuore»

Passione, fatica, ma anche un grandissimo cuore. E’ quello messo in mostra dal «Sutalatur Bike», il club che ha sede a Salassa e che riunisce gli amanti del ciclismo dell’Alto Canavese. Un cuore che ha spinto il gruppo guidato dal presidente Valter Rolando a lanciare l’iniziativa «Pedala con il cuore», la quale ha permesso di sostenere economicamente il lavoro dell’Aguav, ovvero un’associazione che è vicina ai giovani audiolesi e alle loro famiglie.

Le parole della Sutalatur Bike

«Avevamo già contribuito circa due anni fa - dice il numero uno del sodalizio canavesano - attraverso la realizzazione di un calendario. Questa volta abbiamo raccolto il contributo dei nostri soci, che hanno dimostrato la loro attenzione ed un grande senso civico». Un’iniziativa che è stata accolta con entusiasmo dall’ente che ha la sede a Varese. «Grazie per il vostro contributo, che per noi è linfa vitale - si legge nella lettera che l’Aguav ha mandato al club altocanavesano - Quando delle persone si impegnano per trovare risorse, poche o tante che siano, da destinare a nobili fini il loro sforzo produce effetti inimmaginabili. Voi sapete bene cosa sia la fatica, con il vostro gruppo vi ponete mete ambiziose da raggiungere e per questo vi allenate e quando vi ponete un obiettivo lo raggiungete, ma tutti insieme con lo sforzo di ognuno. Anche per noi è così: per poter raggiungere un grande obiettivo abbiamo bisogno dell’impegno e dello sforzo di tutti e se l’Audiologia di Varese è quello che è oggi, è perché le persone in primis hanno creduto in noi prima ancora delle amministrazioni e delle istituzioni. Ogni vostro singolo euro per noi è energia pura e sarà ben speso. Li useremo per sostenere il lavoro delle nostre tre pedagogiste, le quali in questo periodo di isolamento stanno sostenendo le famiglie dei bambini e le guidano nel loro percorso riabilitativo e scolastico». Adesso al «Sutalatur» non resta che attendere la ripartenza della stagione, anche se il risultato più bello lo hanno già raggiunto.