Menu
Cerca

Pensionato in manette: estorsione a badante

 CORIO - Una badante di 57 anni si era ritrovata l'auto, una Suzuki Ignis.  data alle fiamme in frazione Ritornato nella notte del 14 luglio. Un rogo misterioso sul quale i carabinieri della  Compagnia di Venaria avevano iniziato subito ad indagare.

Pensionato in manette: estorsione a badante
Cronaca 20 Settembre 2017 ore 17:02

 CORIO – Una badante di 57 anni si era ritrovata l’auto, una Suzuki Ignis.  data alle fiamme in frazione Ritornato nella notte del 14 luglio. Un rogo misterioso sul quale i carabinieri della  Compagnia di Venaria avevano iniziato subito ad indagare.

 CORIO – Una badante di 57 anni si era ritrovata l’auto, una Suzuki Ignis,  data alle fiamme in frazione Ritornato nella notte del 14 luglio. Un rogo misterioso sul quale i carabinieri della  Compagnia di Venaria avevano iniziato subito ad indagare. Nella giornata di ieri, martedì 19 settembre gli uomini del Nucleo Operativo della Compagnia di Venaria hanno arrestato , con l’accusa di estorsione Armando Gillio, un pensionato di Corio Canavese di 77 anni. L’uomo è stato fermato dai militari mentre si  stava facendo consegnare 40 mila euro in assegni proprio dalle mani della  badante. L’estorsione sarebbe nata perchè la donna, fino all’aprile del 2016, aveva fatto da badante ad un anziano di Corio che alla morte, all’età di 86 anni,  aveva lasciato la somma di 40 mila euro alla donna. Il denaro, sosteneva Gillio, avrebbe dovuto andare, invece, a lui. Quindi l’auto bruciata e le successive minacce sino all’arresto del pensionato.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli